News

“Vi prenderemo”, Anonymous all’attacco della pedofilia su Telegram

La sezione italiana del celebre gruppo di hacker (pirati informatici) Anonymous ha lanciato una campagna contro la pedopornografia e il revenge porn online. In particolare contro i gruppi di persone che su Telegram animano o frequentano chat di pedofili scambiandosi materiale fotografico e in video.

Oppure che animano e frequentano gruppi di “porno vendetta”: in cui persone ignare, soprattutto donne e ragazze, vengono messe alla berlina. Il che avviene tramite la diffusione e lo scambio di immagini e/o filmati girati magari in momenti di intimità di coppia.

La campagna di Anonymous si chiama #RevengeGram e punta in modo particolare, ma non solo, ad identificare le persone che fanno parte dei gruppi Telegram nel quale ci si scambia materiale pedopornografico, si inneggia allo stupro e ci si scambia foto e video personali senza consenso. “Se non possiamo difendere le vittime, state pur certi che le vendicheremo. Stiamo venendo a prendervi” dichiarano gli hacker di Anonymous.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy