"
CoronavirusPrimo piano

Coronavirus, Pasqua di controlli a tappeto: 14 mila sanzioni

Ammontano a 14mila le sanzioni comminate dalle forze dell’ordine nel giorno di Pasqua. Il tutto su un totale di oltre 270mila controlli, effettuati in via eccezionale data l’emergenza del coronavirus. I numeri sono quelli forniti dal Viminale. Nel dettaglio, a Pasqua sono state 213.565 le persone (13.756 i sanzionati) e 60.435 le attività sottoposte a controllo con 121 negozianti sanzionati.

Sono state 100 le denunce per false dichiarazioni, e 19 quelle a carico di cittadini positivi al virus per violazione della quarantena. Infine sono stati 16 i negozi chiusi e 31 quelli per i quali è stata disposta la sospensione provvisoria dell’attività.

Anche oggi 13 aprile, giorno di Pasquetta, è un’altra giornata critica sul fronte del rispetto delle restrizioni imposte contro il coronavirus. Forze dell’ordine al lavoro in tutta Italia per scoraggiare le uscite fuori porta e sanzionare i “furbetti” della grigliata. Sotto la lente, soprattutto spiagge, luoghi di ritrovo per pic-nic e scampagnate e zone di vacanza. Ieri non sono stati pochi i cittadini che hanno violato il lockdown, tra gite al mare, assalto alle seconde case e code sulle autostrade.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy