Showbiz

Il mistero di Aela: il gattino nato con due nasi perché…

Era un cucciolo appena nato quando è stato trovato. Un batuffolo dagli occhietti ancora chiusi ma con un particolare sul volto impossibile da trascurare: due nasi. Così una famiglia ha trovato un gattino appena nato. Un miagolio flebile, ma insistente che ha attirato l’attenzione dei proprietari del giardino dove la creaturina si trovava. Affamato e infreddolito.

La famiglia si è subito presa cura del gattino con due nasi e per evitare che mamma non potesse più trovarlo ha deciso di nutrirlo e riscaldarlo proprio nell’esatto posto in cui lo avevano trovato. Ma dopo ore della mamma gatta nessuna traccia.

La storia del cucciolo con due nasi

Non sapendo in che altro modo potersi prendere cura del gattino con due nasi, la famiglia ha pubblicato un post sui social per cercare aiuto. Alla richiesta ha risposto Ashley Kelley, una volontaria adottiva del Wrenn Rescues di Los Angeles. Che ha dichiarato ad un quotidiano locale:

“Qualcosa mi ha detto che dovevo andare a prenderlo immediatamente. Mi sono messa subito in contatto con la famiglia e sono salita in auto, nonostante fossero già le 21. Sfortunatamente è così che a volte funziona la natura. Le mamme lasciano i loro cuccioli deboli alle spalle, per concentrarsi solo su quelli sani”.

Secondo quanto ipotizzato quindi, il gattino era stato abbandonato dalla madre a causa dei suoi due nasi. Il micetto appena nato, aveva una schisi al naso: le sue narici sono divise in due. Ma questo non è l’unico problema del cucciolo; infatti oltre ai due nasi ha anche un piccolo foro nel palato che non gli permette di essere alimentato normalmente, ma solo per mezzo di un sondino.

“Aela (così è stato chiamato il gattino con due nasi) ha polmoni forti. Ma una volta che viene nutrito, è contento e pronto a regalare fusa e coccole. È come se capisse che lo sto aiutando: sembra sempre così grato e fortemente determinato a sopravvivere”.

Così ha concluso Ashley Kelley.

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button
Privacy