Coronavirus

Estate 2020, vacanze al mare col braccialetto anti Covid e l’app per prenotare

Sarà un’estate difficile quella che ci aspetta. Andare in vacanza sarà complesso a causa delle misure di contenimento del coronavirus. Così arrivano progetti di aziende italiane per semplificare la vita ai vacanzieri come agli operatori turistici.

Progetto italiano

L’agenzia di stampa Adnkronos segnala in particolare il progetto “Spiaggia 4.0”. Un piano d’azione diretto ad amministrazioni pubbliche, stabilimenti balneari, strutture ricettive, e in genere a tutte le imprese del turismo. A realizzarlo aziende italiane, del nord come del sud, specializzate in tecnologie digitali.

Ombrellone dall’app

Il modello, pensato dalle start up Metawellness, Wedigital e Rivemo, porterà il turista a vivere una esperienza di vacanza digitale e ‘touchless’. Si parte dalla riduzione delle code in cassa grazie alla possibilità di prenotare l’ombrellone dal sito web o dall’app.

Si paga con la card

Chi lo farà riceverà la conferma di prenotazione con codice a barre. Si potrà pagare con carta di credito da smartphone. Oppure con addebito sulla card al portatore acquistabile in biglietteria, edicola o alle casse automatiche. A causa delle misure di distanziamento sociale negli stabilimenti ci saranno meno ombrelloni e sdraio. Per questo il progetto prevede che hotel, stabilimenti e strutture possano contrassegnare la disponibilità dei loro ombrelloni attraverso il proprio software gestionale.

Ingressi numerati con fotocellula

L’accesso dell’utenza avviene senza alcun contatto. Si entra in spiaggia attraversando l’ingresso appositamente attrezzato con fotocellule che effettuano il conteggio delle persone che entrano e che escono. Un tabellone numerico indicherà il numero di persone che possono ancora entrare come avviene in molti parcheggi. La disponibilità sarà sincronizzata in tempo reale con l’app.

Il braccialetto anti Covid

Il braccialetto ‘Labby Light’ anti-Covid brevettato da Metawellness lo potranno usare dipendenti e clienti di stabilimenti e spiagge private. Luce a led e vibrazione scatteranno non appena la persona non rispetti più la distanza dagli altri imposta dalla legge. Per gli spazi e i servizi collettivi, la prenotazione delle attività da fare in spiaggia (kayak, pedalò, windsurf, aree gioco, ecc..) sarà da web o app. Idem per docce, cabine, armadietti e phon. Anche per gli ordini ai chioschi si potranno evitare assembramenti. Il cliente potrà consultare il menù dal proprio smartphone e fare l’ordine dall’ombrellone.

Lui le ruba lo smartphone, lei lo rincorre nuda per strada [VIDEO]

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy