News

Nubifragio a Milano, esonda il fiume Seveso: gravi allagamenti in città

Violenti temporali nella notte fra ieri e oggi 15 maggio a Milano. Il fiume Seveso è esondato e ha allagato alcune zone della città. Un intero quartiere, quello attorno a viale Fulvio Testi, si è di nuovo trovato sott’acqua.

Un albero è crollato lungo la linea tranviaria rischiando di tranciare la rete elettrica. L’esondazione è durata circa cinque ore. Anche il fiume Lambro si è ingrossato ed è vicino ai limiti dell’esondazione nella mattina del 15 maggio. Blackout in diverse zone di Milano.

Il Seveso, uscito dai tombini nella zona Niguarda, si è riversato lungo la via Ca’ Granda per poi scendere verso viale Fulvio Testi. Diversi i blackout nei condomini che hanno bloccato le pompe di drenaggio, le prime difese contro le esondazioni. Un albero è caduto anche lungo la linea tranviaria all’incrocio con via Rabolini, fortunatamente visto l’orario nessuno era presente. I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per liberare la strada.

L’Atm, l’azienda del trasporto pubblico milanese, ha fatto sapere che per le conseguenze del maltempo in particolare sulla linea metropolitana M2 i treni sono sostituiti da bus nelle tratte Famagosta-Assago e Famagosta-Abbiategrasso. Il Comune aveva disposto dalle 18 di giovedì l’attivazione del Centro Operativo Comunale (COC) a seguito dell’allerta meteo. arancione per il rischio di forti temporali emanato dal Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy