FoodLifestyle & Glamour

Medïterraneo: cibo, drink e musica nel giardino del Maxxi

Medïterraneo è il nome del primo locale romano che inaugura dopo il loock down. Innovazione e fashion si fondono nel cuore del quartiere Flaminio negli spazi esterni del museo Maxxi, dove gli allestimenti della nuova location creano dinamicità alla scena culturale dello sfondo. Le parole d’ordine sono: food, drink, musica e style, in cocktail unico nel rispetto delle procedure anti Covid-19.

C’è aria di innovazione a Roma nord con l’ inaugirazione di Medïterraneo ristorante con giardino nel moderno spazio della cultura museale romana del Maxxi. In’impostazione trendy cool che rispecchia il carattere giovane dinamico del proprietario Alessandro Cantagallo al quale non manca di certo l’occhio esterofilo per il suo progetto di style e cucina. Alessandro già noto nel panorama della movida e ristorazione poiché conta nella sua esperienza locali come Palmerie ai Parioli e Palma Pokè nel quartiere Ostiense.

Alessandro Cantagallo proprietario di Medïterraneo

Sicurezza

Una location fresca e dinamica, con spazi aperti gestirti in tutta sicurezza secondo le norme del distanziamento. “Abbiamo attuato le misure previste dai protocolli per le procedure antico Vid 19 e, una volta aperti al pubblico, continueremo a operare al massimo rispetto delle regole” spiega Alessandro Cantagallo. Oltre alla santificazione giornaliera indoor e outdoor si procederà con la misurazione della temperatura all’ingresso sia del personale che dei clienti l’uso obbligatorio delle mascherine e dei guanti da parte dei camerieri e il distanziamento tra i tavoli. I menu sui tavoli sono in versione digitale scaricabili sui cellulari attraverso il QR code.

Il design delle Homy

L’ impressione arrivando nel giardino di Medïterraneo con le sue Homy è quello di trovarsi nel quartiere di South Bank a Londra dove le strutture a cupola ospitano i clienti dei locali per guardare lo spettacolo del lungosenna. Spostandoci a Roma lo spettacolo è quello della strutturata moderna del Maxxi dove le Homy rompono la geometricità del tratto glaciale con il loro color paglia e le forme morbide. Le strutture a forma di cupola che ricordano gli igloo, ma costruite in legno di bambù intrecciate a maglie larghe che con forma a mezza sfera lasciano passare l’aria. Le dimensioni dellestrutture hanno un diametro di 5 mt ospitano sui suoi divani all’interno fino a 5 persone per garantire la distanza di sicurezza mentre ci si intrattiene per mangiare o per bere un drink.
Queste cupole sono frutto dello style made in Italy della società toscana Bambuseto che lavora prettamente legni italiani in questo caso provenienti dal bosco della Versilia.

Drink

La proposta innovativa in assoluto di Medïterraneo è senza dubbio abbinata ai drink “fai da te” firmata Spirito che è partner del progetto e propone cinque grandi classici: Vodka Source, Cosmopolitan, Negroni Tommy’s Margarita e Daiquiri. Sono serviti ai tavoli all’interno delle Homy, in kit con una selezione di ingredienti selezionati. Ci sarà a disposizione dei clienti tutto l’occorrente per dare spazio alla fantasia e prepararsi in versione autonoma e con le dosi personalizzate il drink preferito.

Menú

MedÏterraneo è un luogo concepito per l’accoglienza a tutto tondo per dove si può prendere un caffè bere un drink a fare un aperitivo o mangiare, dal pranzo, alla cena passando per per una sosta anche veloce senza nessuna limitazione di età!
Le soluzioni gastronomiche sono due, una più easy come lo Street food “mordi e fuggi” e l’altra con una proposta più strutturata “a là carte”.
Con un nome che riecheggia alla dieta mediterranea non poteva la cucina non rispettare la stagionalità delle materie prime e dei sapori della nostra terra, con piatti di carne e pesce ma con un accento di modernità. Alessandro Cantagallo specifica che “l’esperienza culinaria sarà un incontro tra Oriente e Occidente e con un occhio di riguardo ai primi della tradizione romana e ai piatti tipici del Mediterraneo”.

Proposte e consigli

Dal menù alla carta non può mancare lo spaghettone ajo e ojo e crudo di gambero Rosso di Mazara e le tartare di manzo il salmone o veggie con avocado. Per quanto riguarda lo Street food i classici cartocci di fritti e sfizi o il big Med hamburger. Dall’ esperienza di Palmerie arriva anche l’angolo sushi bar. Divertente con uno style vintage il food truck di Verde Pistacchio con le sue proposte dolci da far leccare i baffi a grandi e piccini. La pasticceria è diretta dall’esperienza di Irene Tolomei conosciuta per le sue creazioni e innovazioni golose visibili su istagram @ireneninsky

Appuntamenti con Bambuse: Rassegna con FemaleCut & Uva

Il giardino di Medïterraneo ospita nelle serate dell’ 11 e del 25 giugno una rassegna culturale all’ insegna dell’ arte contemporanea. Ci saranno proiezioni, musica e performance per far voce alla produzione artistica femminile. Un mix per trascorrere una serata di iniziò estate in tutta sicurezza e relax .

Informazioni

Medïterraneo Ristorante e Giardino
Via Guido Reni m 4/A.
Tel: 391.7053069
Sito: www.mediterraneorome.it
E-mail: [email protected]
Delivery attivo con Deliveroo, Just Eat, Glovo e Uber Eats
Giorno chiusura: lunedì

Photo Credits Sofia Petti

Back to top button
Privacy