Lifestyle

Aleph Rome Hotel: porte aperte dal 25 giugno, tra tradizione e innovazione

Dopo il lockdown che ha chiuso le porte delle strutture alberghiere più prestigiose d’Italia, riapre al pubblico l’Aleph Rome Hotel, albergo dove la tecnologia si sposa al lusso e all’eleganza di un luogo senza tempo.

Finalmente, anche se con ancora le necessarie cautele per la salvaguardia della salute dei clienti, le strutture alberghiere più prestigiose del Bel Paese tornano ad aprire le proprie porte al pubblico.

Tra i tanti hotel per cui la capitale è famosa c’è l’Aleph Rome Hotel, luogo dove la tradizione e l’innovazione si uniscono armoniosamente a beneficio degli ospiti. Perché se lo sguardo vuole la sua parte, e l’arredamento elegante dell’albergo cattura subito l’attenzione, l’uso della tecnologia è diventato fondamentale.

Basti pensare ai sistemi di “virtual meeting”, che, viste le restrizioni sugli spostamenti, permettono di visitare la struttura “camminando” virtualmente all’interno di un percorso guidato. Si potranno così osservare sin nel dettaglio le camere, le suites, la splendida terrazza, la piscina, il ristorante Sky Blue.

Tutto il confort possibile in una struttura la cui ubicazione è semplicemente invidiabile: a due passi via Veneto, ad altrettanti piazza Barberini, via del Tritone, Palazzo del Quirinale. Per lo shopping flagship store come Rinascente, o i tanti negozi che, scendendo fino a via del Corso, offrono il meglio del made in Italy per quanto riguarda abbigliamento e accessori.

Tra i punti di forza dell’Aleph Rome Hotel c’è la piscina, sul rooftop con vista mozzafiato sulla città eterna, e la terrazza panoramica, che dal lunch all’aperitivo è un paradiso all’aria aperta.

Molto apprezzati anche il ristorante “Sky Blue”, lo “Shisha bar” e il “cocktail bar”, per incontri conviviali a cinque stelle.

Dal 25 giugno grazie all’Aleph Rome Hotel sarà possibile godere di quanto di meglio la città possa offrire: un soggiorno tra storia, tradizione, innovazione, lusso e libertà.

Photo credits: Aleph Rome Hotel Press Office, Barbara Manto

Back to top button
Privacy