lunedì, Luglio 13, 2020

Ultmissimi

Verso un nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale

Si va verso la proroga dello stato di emergenza; durante la scorsa settimana, infatti, si è discusso molto in merito alla possibilità di protrarre...

Bon ton in spiaggia: le 10 regole da seguire per l’estate al mare

D'estate le buone maniere non vanno in vacanza, nemmeno quando indossiamo il costume da bagno. Il bon ton in spiaggia fa distinguere subito una...

Coronavirus, Trump per la prima volta in pubblico con la mascherina [FOTO]

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha usato per la prima volta in pubblico una mascherina contro il coronavirus. Lo ha fatto visitando...

Italiani in lotta con la bilancia: troppo poco sport, poca frutta e verdura

In Italia si fa troppo poco sport. Si mangia poca frutta e verdura e 4 italiani su 10 sono in perenne lotta con la...

La spesa estiva cosa comprare in estate? Fate la prova con la mia ricetta

La spesa stagionale non è ai nostri giorni moderni un affare semplice. Spesso per mancanza di tempo, frequentiamo i supermercati che hanno un’offerta a 360gradi. Ma siamo sicuri che compriamo frutta e verdura nei periodi giusti? Come può cambiare il gusto di un piatto in stagioni diverse. Vediamo come fare la spesa!

La spesa

La spesa croce e pensiero per alcuni, divertimento e passatempo per altri. Noi tra quale fasce di questo tipo ci schieriamo? Vediamo di fare un pó di chiarezza per comprare le cose giuste da portare in tavola nella stagione giusta come l’estate.

I colori della spesa estiva

L’ estate regala i colori della natura e questi si rispecchiano nei prodotti da portare in tavola. La spesa dell’estate sarà con abbondanza colori. Melanzane dalle sfumatura del viola fino al bianco, zucchine, pomodori rossi e gialli, peperoni dalle tinte calde del rosso al giallo al verde. La frutta come una tavolozza di un pittore dove colore e sapore sono in tutt’uno. Pensate ai fichi verdi e neri che aprendosi svelano le tinte del giallo e rosso, alle prugne e ciliegie, ai fichi d’ India con all’ interno i loro semini.

La regola

La spesa a grandi linee ha una regola che segue la salute: scegliere sempre prodotti di stagione, seguire ciò che la natura ci offre poiché seguiamo i ritmi del caldo freddo che prediligono la crescita di una verdura invece che un’altra. Le verdure a foglia verde, come broccoli, cavoli, carciofi, spinaci, bieda e anche il super food Kale, che viene dall’America crescono naturalmente in inverno quando le temperature sono più fredde e c’è poco sole e abbondanza d’ acqua. Differentemente grazie all’ azione del sole in estate abbiamo il pigmento colorato e quindi possiamo apprezzarne sia la bellezza della diversità si la dolcezza del gusto.

La differenza spesa inverno estate

L’avanzare delle tecnologie permette di portare in tavola tutti i frutti della terra in tutte le stagioni. Molte persone per mancanza di tempo fanno la spesa al supermercato scegliendo senza essere a conoscenza della diversità di crescita di un prodotto invece che un altro. Un esempio che porto sempre è il mitico pomodoro (croce e delizia della mia vita!). Il pomodoro si trova sempre tutto l’anno, ma la stagione di crescita e l’estate. Comprarlo in inverno non è sbagliato ma io non lo consiglio. La differenza è nella resa de gusto oltre che nella naturalezza della crescita e sviluppo. Tutto ciò che viene portato in tavola e non è cresciuto nella stagione giusta ha qualche modifica. I pomodori hanno bisogno di caldo e sole e per questo motivo, un’ offerta di questo ortaggio in una stagione diversa dall’ estate è una crescita che avviene forzando il ciclo naturale. Sotto serra si coltiva tutto e per far crescere in tempi rapidi si usano ormoni. Ciò altera il gusto, la cottura e la resa di un piatto oltre che a non essere troppo sano.

Il mio consiglio in una ricetta

Il mio consiglio per la vostra spesa: scegliete un prodotto della terra, poi una ricetta e Cucinatelo in due stagioni diverse. Poi però mandatemi una mail e fatemi sapere cosa ne pensate! Provate a preparare la parmigiana con i miei consigli.

Parmigiana di melanzane

Ingredienti:

  • 2 kg melanzane siciliane (quelle lunghe dal colore viola intenso)
  • Olio evo
  • Aglio
  • Sale
  • Basilico
  • Parmigiano
  • Pomodorini datterino
  • Pomodori pelati interi
  • Tempo: una giornata

Procedimento:

Prendete le melanzane intere le lavate e asciugare e le tagliate a strisce. Nella vostra spesa prediligete melanzane non tanto grandi in modo che la parte centrale bianca della mollica non si rompa. Adagiate le fette di melanzane su dei vassoi e lasciatele all’ aria per 2 ore. Questo tempo serve a far asciugare la mollica così che nel momento della cottura nell’ olio non faccia da spugna.

Quando le melanzane saranno asciutte prendere una padella, fondo largo e alto, versate l’olio e fatelo riscaldare molto bene. Friggete le fette di melanzane e man mano che diventano dorate le mettete in un grande colapasta. Quando avrete fritto tutte le melanzane lasciatele riposare per 7/8 ore con un piatto sopra, sempre fuori dal frigo. Se le friggete la sera lasciatele riposare tutta la notte.

In una padella mettere olio e aglio e fatelo imbiondire, mischiate 2kg di pomodoro pelato intero e 1 kg di pomodorini datterino. Fate cuocere a fiamma media. Nei pomodori pelati dosate bene il sugo della scatola. Lasciate cuocere fino a quando il sugo non sia bello denso e aggiungete qualche foglia del basilico quasi alla fine della cottura.Lasciate raffreddare il sugo.

Composizione:

Una volta che sia il sugo di pomodoro che le melanzane saranno a temperatura ambiente procediamo. Alternate, in una teglia da forno in ceramica o vetro degli strati di melanzane con sugo e parmigiano, iniziate dalla base con il sugo di pomodoro. Eccedere con il sugo così che la melanzana sia avvolta. Terminate con uno strato di pomodoro parmigiano e le foglie di basilico. A questo punto non ci esta che infornare a 200 gradi forno ventilato controllando la cottura. Spegnete il fino quando vedrete là crosticina del parmigiano.

Lasciate raffreddare in forno aperto così che la vostra cucina avrà un’ odore di bontà! Mi raccomando la parmigiana so deve raffreddare e servire a temperatura ambiente. Io vi consiglio di mangiarla a distanza di un giorno poiché gli elementi che la compongono si saranno amalgamati tra di loro.

Provate a eseguire questa ricetta in estate con le melanzane di stagione e in inverno e poi scrivetemi a [email protected] e raccontatemi la vostra esperienza, la differenza del gusto e della cottura. Buon appetito!

Latest Posts

Verso un nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale

Si va verso la proroga dello stato di emergenza; durante la scorsa settimana, infatti, si è discusso molto in merito alla possibilità di protrarre...

Bon ton in spiaggia: le 10 regole da seguire per l’estate al mare

D'estate le buone maniere non vanno in vacanza, nemmeno quando indossiamo il costume da bagno. Il bon ton in spiaggia fa distinguere subito una...

Coronavirus, Trump per la prima volta in pubblico con la mascherina [FOTO]

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha usato per la prima volta in pubblico una mascherina contro il coronavirus. Lo ha fatto visitando...

Italiani in lotta con la bilancia: troppo poco sport, poca frutta e verdura

In Italia si fa troppo poco sport. Si mangia poca frutta e verdura e 4 italiani su 10 sono in perenne lotta con la...

Da non Perdere

Verso un nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale

Si va verso la proroga dello stato di emergenza; durante la scorsa settimana, infatti, si è discusso molto in merito alla possibilità di protrarre...

Bon ton in spiaggia: le 10 regole da seguire per l’estate al mare

D'estate le buone maniere non vanno in vacanza, nemmeno quando indossiamo il costume da bagno. Il bon ton in spiaggia fa distinguere subito una...

Coronavirus, Trump per la prima volta in pubblico con la mascherina [FOTO]

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha usato per la prima volta in pubblico una mascherina contro il coronavirus. Lo ha fatto visitando...

Italiani in lotta con la bilancia: troppo poco sport, poca frutta e verdura

In Italia si fa troppo poco sport. Si mangia poca frutta e verdura e 4 italiani su 10 sono in perenne lotta con la...

Nino Migliori racconta la “Stragedia” di Ustica in una mostra a Bologna

La strage di Ustica. Quarant'anni dopo A quarant’anni dalla strage di Ustica, la ferita è ancora aperta per coloro che hanno perso i propri cari...
Ads