Lifestyle

Giambattista Valli, l’omaggio a Parigi nella collezione autunno/inverno 2020/2021

Un omaggio a Parigi, la città che l’ha adottato come couturier di fama mondiale. Giambattista Valli, per la sua ultima fatica artistica, sceglie di celebrare proprio la Ville Lumiere, la culla dell’alta moda mondiale. La capitale francese ha accolto lo stilista ben 22 anni fa. La collezione Fall Winter 2020/2021, composta da 18 look, seguendo le nuove modalità di presentazioni moda, causa Covid-19, è svelata via video lunedì 6 luglio 2020. Nel cortometraggio appaiono abiti maestosi e scenografici, paragonati ad elementi naturali di una Parigi vista e e fotografata dal designer.

C’è tutto l’heritage tanto caro a Giambattista Valli: il tulle sapientemente drappeggiato, le silhouette iperfemminili dai volumi esagerati. Una vera e propria celebrazione dell’alta sartoria

La palette cromatica vira nei toni del rouge e noir. Appare anche il rosa, sfumatura predominante anche della stagione estiva 2020, tanto cara al designer, e l’avorio. Questi sono proprio i colori emblematici della città parigina. Il rosso richiama i segni di rossetto lasciati sulle tazze degli storici caffè francesi, il nero a “La Petite Robe Noire”, il rosa alle rose selvagge che crescono nei giardini delle ville e nei parchi cittadini, e infine l’avorio come quello delle modanature che incorniciano le finestre di Parigi.

Le parole di Giambattista Valli:

In un’intervista per la Federation Francaise de la couture e de la mode Giambattista Valli afferma: “Il periodo appena trascorso è in sintonia con il mio modo di lavorare, le mie collezioni sono sempre molto umane, introspettive. Rispetto molto le donne che andranno a indossarle. Disegno abiti che vogliono essere timeless, opposti al modello consumista”.

E ancora: “Lavorare a questa collezione durante il confinamento sociale è stato difficile ma allo stesso tempo divertente, ad esempio provare i fitting con Zoom. È un approccio più intimo e umano… non hai la pressione del Fashion Show, della presentazione, devi solo concentrarti sull’essenziale: i vestiti. Questa collezione è molto parigina: il glamour, la nonchalance, l’atmosfera… tutto ciò a cui pensano le persone sognano pensando a Parigi”.

 

I volumi importanti scolpiscono gli abiti. Gli chiffon sono drappeggiati, il tulle multistrato e le rouches creano forme straordinarie, i taffeta si trasformano in fiocchi importanti.

E siccome la mascherina è l’accessorio del momento non mancano delle maschere di tulle che completano le mise proposte. E’ una collezione in cui Giambattista Valli desidera omaggiare non solo le sue affezionate clienti, ma anche tutte le straordinarie maestranze dell’haute couture: sarti, artigiani, ricamatori. Eccellenze che esistono proprio grazie al mercato del lusso che acquista un determinato tipo di creazioni.

La top model Joan Smalls testimonial della collezione

Per l’occasione, lo stilista romano ha chiamato ad indossare le sue creazioni la modella Joan Smalls, 31 anni, portoricana, una laurea in psicologia, attualmente impegnata con il movimento Black Lives Matter. Il filmato è diretto da Giambattista Valli stesso. La Smalls è incorniciata nella magnificenza di Parigi; sembra che la modella stia facendo un’immaginaria promenade nella città. Il viaggio per la capitale francese inizia dal finestrino di un’auto da cui s’intravede, in mezzo agli alberi, la Tour Eiffel. Le riprese avvengono sempre in movimento, in entrambi i lati dello schermo, creando un continuo rimando visivo. A destra, la Smalls assume delicate pose con il corpo per esaltare gli abiti, presentati nei quattro colori tipici dello stilista: rosso, rosa, bianco e nero. Un video che permette di celebrare pienamente il fascino dell’haute couture: i dettagli sartoriali, la bellezza e la perfetta costruzione degli abiti di alta moda.

Leggi anche: CHANEL AUTUNNO/INVERNO 2021 IL ROMANTICISMO ULTRA-ROCK È DIGITAL

 

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button
Privacy