"
News

Fregene, chiuso uno stabilimento al mare: “Cliente positivo al coronavirus”

Paura per un caso di infezione da coronavirus sul litorale romano. La situazione ha determinato lo stop alle attività di uno stabilimento balneare.

“Il titolare dello stabilimento balneare Levante di Fregene ha disposto la preventiva chiusura dell’attività per una positività al Covid 19″. Scrive così, infatti, l’Unità di Crisi regionale sulla pagina Facebook Salute Lazio dell’assessorato alla Sanità.

Un cliente che ha frequentato lo stabilimento sabato 1 agosto ha poi evidenziato la positività al coronavirus. “In attesa di ricevere disposizioni dagli organi competenti ed in via precauzionale, lunedì 3 agosto lo stabilimento resterà chiuso”. Gli adetti effettueranno “una sanificazione straordinaria.”

“Abbiamo appena appreso che una persona che sabato 1 agosto ha frequentato lo stabilimento è stata ricoverata affetta da covid-19“, fa sapere lo stabilimento sul suo profilo social. Serpeggia la preoccupazione tra i clienti e coloro che hanno frequentato la spiaggia nello scorso fine settimana. Su Facebook non sono pochi coloro che chiedono dettagli più precisi per capire se devono sottoporsi al test sierologico oppure al tampone.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy