"
Coronavirus

Briatore, il San Raffaele: “È positivo al Covid e in isolamento”

Il giorno dopo il gran trambusto mediatico per la presunta positività al Covid-19 del noto imprenditore Flavio Briatore, arrivano le precisazioni ufficiali. Le ha fatte direttamente l’ospedale San Raffaele di Milano. Lì, infatti, è ricoverato da qualche giorno il re del Billionaire di Porto Cervo (Sardegna).

L’Irccs (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) comunica il 26 agosto che Briatore “si è rivolto all’ospedale per una specifica patologia diversa da Covid-19“. E che i medici lo hanno sottoposto prima del ricovero, come tutti i pazienti, al tampone rinofaringeo. Ovviamente per il rilevamento del coronavirus Sars-Cov-2. “Il tampone è risultato positivo” fa sapere il San Raffaele.

“Di conseguenza – spiegano Giulio Melisurgo, medico curante, e Pasqualino D’Aloia, direttore professioni sanitarie – al signor Briatore è stato applicato il protocollo standard“.
Ovvero un protocollo “che prevede l’isolamento e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale necessari in caso di positività”. Questo “sia per la sicurezza del paziente, sia per la tutela del personale di reparto e degli altri pazienti ricoverati”. L’ospedale milanese ribadisce che “la modalità di ricovero applicata risponde a tutti i requisiti di sicurezza necessari nel rispetto delle norme anti-contagio”.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy