martedì, Settembre 22, 2020

Ultmissimi

Va a ruba la crociera in aereo: il volo per guardare dall’alto le meraviglie dell’Australia

In appena 10 minuti la compagnia di bandiera australiana Qantas ha venduto tutti i posti per un volo davvero speciale. A metà ottobre, infatti,...

Referendum Costituzionale 2020, stravince il Sì: come cambia il Parlamento italiano

Scrutinati nella notte fra ieri 21 e oggi 22 settembre i voti in tutte le 61.622 sezioni italiane per il referendum costituzionale. Secondo i...

Giornata dell’Alzheimer: nuove speranze di cura dalla sperimentazione di un farmaco

Nel mondo la malattia di Alzheimer colpisce circa 40 milioni di persone. Solo in Italia vi sono oltre 1,2 milioni di casi di demenza,...

Coronavirus, contagi in forte crescita in Europa: metà Francia è zona rossa

Con più di 13mila contagi in un solo giorno è scattato in Francia un allarme rosso per la diffusione del Covid a macchia d'olio....

Macaulay Culkin compie quarant’anni e Mamma ho perso l’aereo ne fa trenta

Questo 26 agosto – un torrido 26 agosto – è quanto di più distante possa esserci dalle atmosfere calde e magiche che solo il 25 dicembre può. Eppure, oggi, mentre in cielo si impone un sole enorme e le temperature altissime ci sciolgono come ghiaccioli, ci ritroviamo a pensare a un vialetto innevato e a una villetta bifamiliare sullo sfondo; ci ritroviamo a pensare agli addobbi natalizi e a lui, all’unico che abbia mai osato sfidare Babbo Natale, a lui l’icona dei natali millennials: all’unico e solo Macaulay Culkin. Sì perché Kevin, il bambino biondo dimenticato a casa dalla famiglia in Mamma ho perso l’aereo, oggi compie quarant’anni.

E come non si può pensare a lui, piccolo, con lo sguardo da furbetto, mentre ingurgita un chilo di gelato spaparanzato in poltrona e guarda il cartone animato de Il Grinch? Chi può aver dimenticato il suo cappello con il pon che balza da una parte all’altra mentre saltella tornando a casa dal supermercato? Non sentite già l’odore di zenzero e cannella? E non sentite il peso degli anni? Perché da allora, da quando Kevin con stratagemmi incredibili catturava due malviventi, sono trascorsi trent’anni… e no, non è uno scherzo!

Kevin McCallister compie quarant’anni, Mamma ho perso l’aereo ne fa trenta

Nel 1980 nasceva Macaulay Culkin, un bambino prodigio dalla parlantina disinvolta e lo sguardo vispo. La sua carriera è iniziata quando aveva solo cinque anni; i primi tempi ha dovuto accontentarsi di piccoli ruoli per la pubblicità, poi, nel 1990 è arrivato l’enorme e spropositato successo cinematografico. Con Home alone – Mamma ho perso l’aereo, Culkin ha conquistato il mondo intero. Due anni dopo, ancora travolto da montagne di elogi, tornava a vestire i panni di Kevin in Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York e, nel frattempo, tra una pellicola e l’altra, ha preso parte al videoclip della famosissima Black or White di Michael Jackson.

Arriviamo così al 1994, l’anno che per molti rappresenta il punto di non ritorno: l’anno del declino. Durante quel periodo il papà di Culkin ha sperperato tutti i guadagni ottenuti grazie alle pellicole dirette da Chris Columbus e Macaulay è stato protagonista in produzioni come Richie Rich che non hanno ottenuto il favore della critica. Come se non fosse abbastanza, i genitori del piccolo Culckin hanno intrapreso una lunga battaglia legale per la sua custodia ed è forse questo l’episodio più doloroso che lo porterà a vivere anni bui, troppo.

Crescendo si è spesso ritrovato nelle pagine centrali di rotocalchi esperti in materia di gossip: alcol, droghe e atteggiamenti ambigui hanno trasformato l’idea angelica che tutti avevamo del piccolo Kevin McCallister in quella demoniaca di un Macaulay Culkin sfatto, con la barba trascurata e lo sguardo vitreo.

La rinascita dei quaranta

Ma si sa, nella vita c’è sempre tempo per cogliere una seconda occasione. Oggi Macaulay compie quarant’anni ed è sobrio e innamorato. Forse non lo vedremo più sul grande schermo; recentemente Mac si è raccontato al New York Magazine e ha scelto di rivelare quanto per lui sia stato difficile crescere troppo in fretta e quanto tremendo sia stato superare l’incombenza di un padre violento ed egoista.

Dicevamo, Macaulay, c’è sempre tempo per rinascere. Buon compleanno.

 

Latest Posts

Va a ruba la crociera in aereo: il volo per guardare dall’alto le meraviglie dell’Australia

In appena 10 minuti la compagnia di bandiera australiana Qantas ha venduto tutti i posti per un volo davvero speciale. A metà ottobre, infatti,...

Referendum Costituzionale 2020, stravince il Sì: come cambia il Parlamento italiano

Scrutinati nella notte fra ieri 21 e oggi 22 settembre i voti in tutte le 61.622 sezioni italiane per il referendum costituzionale. Secondo i...

Giornata dell’Alzheimer: nuove speranze di cura dalla sperimentazione di un farmaco

Nel mondo la malattia di Alzheimer colpisce circa 40 milioni di persone. Solo in Italia vi sono oltre 1,2 milioni di casi di demenza,...

Coronavirus, contagi in forte crescita in Europa: metà Francia è zona rossa

Con più di 13mila contagi in un solo giorno è scattato in Francia un allarme rosso per la diffusione del Covid a macchia d'olio....
Ads

Ad