"
NewsSport

Tennis, Internazionali d’Italia: a Roma le giocatrici più forti del mondo

Tennis, è l’ora del countdown. Si svolgeranno a Roma, dal 13 al 20 settembre, gli Internazionali BNL d’Italia 2020. Mercoledì 26 agosto è apparsa ufficialmente la lista completa delle campionesse presenti, come segnala Antonio Ortu su Ubitennis.com.

Il Covid non dà tregua ma la voglia di scendere in campo è tanta. Fra mille precauzioni, certo. Tuttavia il tennis non può aspettare oltre. Dovrebbero dunque essere presenti tutte le prime 28 giocatrici del mondo. Per Ubitennis sarà assente soltanto la numero 29 Wang.

Ci saranno a Roma, salvo imprevisti o rinunce dell’ultim’ora, le tenniste che hanno detto “no” alla trasferta negli Stati Uniti. Stanno però preparandosi al massimo per il torneo d’Italia così come per quello di Parigi al Roland Garros.

L’Italia accoglierà Barty, Halep, Svitolina (in alto nella foto, tratta dal suo account Twitter) Andreescu, Bertens e Bencic. Sono le top del mondo che erano assenti a New York. Il Foro Italico le aspetta a braccia aperte. I dubbi, spiega Ubitennis.com, sorgono invece per tenniste come Serena Williams, Pliskova, Kenin, Osaka o Sabalenka. Purtroppo non figura nessuna azzurra nell’entry list (la Giorgi è numero 71), ma grazie alle wild card (ancora da assegnare) qualche italiana dovrebbe esserci.

Un’immagine degli Internazionali di Roma nel 2016 (foto Twitter / @InteBNLdItalia)

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy