martedì, Settembre 22, 2020

Ultmissimi

Referendum Costituzionale 2020, stravince il Sì: come cambia il Parlamento italiano

Scrutinati nella notte fra ieri 21 e oggi 22 settembre i voti in tutte le 61.622 sezioni italiane per il referendum costituzionale. Secondo i...

Giornata dell’Alzheimer: nuove speranze di cura dalla sperimentazione di un farmaco

Nel mondo la malattia di Alzheimer colpisce circa 40 milioni di persone. Solo in Italia vi sono oltre 1,2 milioni di casi di demenza,...

Coronavirus, contagi in forte crescita in Europa: metà Francia è zona rossa

Con più di 13mila contagi in un solo giorno è scattato in Francia un allarme rosso per la diffusione del Covid a macchia d'olio....

Zendaya: è lei la più giovane premiata nella storia degli Emmy Awards con “Euphoria”

Rimane la serata più importante per i protagonisti del piccolo schermo americano: gli Emmy Awards sono stati assegnati e, in definitiva, (quasi) tutto è...

MTV VMA 2020: sul red carpet ha regnato sovrano il trash

Il tappeto rosso degli MTV VMA 2020 non sarà certo ricordato come uno dei più eleganti degli ultimi anni. Anzi. Gli outfit scelti dagli artisti hanno fatto arricciare il naso e i giornali di mezzo mondo hanno sentenziato: che trash! Chi si è salvato? Chi è affondato con tutti i tacchi?

Ma il tappeto rosso non doveva essere un luogo dove le stelle invitate all’evento brillavano di luce propria a beneficio di fotografi e fan? Oggi non è più così perché su red carpet come quello degli ultimi  MTV VMA 2020 si sono viste per lo più “brutture” e “pacchianate”. Outfit, sfoggiati con orgoglio, con cui solo cinque anni fa regine indiscusse del glam come Beyoncè si sarebbero categoricamente rifiutate di indossare.

C’è chi ha azzardato frange, strass e paillettes tutti nello stesso microabito, chi trasparenze “spinte”, chi fiocchi e rouches neanche fosse un ballo scolastico di fine anno. Perché hanno “osato” così tanto? Forse perché dopo il lockdown è uscito fuori il “pacchiano” che c’è in loro? Pochi, e poche, hanno fatto una figura al massimo “discreta”, sono più quelli che hanno fatto una figura “barbina”.

In primis Nicole Richie: la figlia di Lionel, così attenta alla moda e all’eleganza, ha indossato un abito di Cong Tri di un verde che urlava a tutti quanti “chi di verde si veste troppo di sua beltà si fida!”. Ovviamente lei, con quel corpo così longilineo, può indossare ciò che vuole e far figura lo stesso, ma stavolta la figura da “cavolfiore” non glie la leva nessuno.

Perché non ha fatto come la performer Sofia Carson, sempre drappeggiata, sempre con strascico, ma almeno elegantissima nel suo Giambattista Valli color fragola? Miley Cyrus ha fatto impazzire i flash in un abito di Mugler nero di tulle ricoperto di specchietti: ad alcuni è piaciuto, secondo altri così abbigliata assomigliava a un dispositivo per scacciare i piccioni.

Alla cantante e attrice Keke Palmer verrebbe da dire: “Mettilo un fiocco ogni tanto”, a Bella Hadid invece verrebbe da consigliare proprio un altro vestito, visto che di nude look lei è maestra ma con ben altri risultati.

A costo di sembrare campanilisti, in genere le celebs che agli MTV VMA 2020 hanno scelto di vestire “Made in Italy” non hanno sfigurato. Anche Lady Gaga, il cui outfit bianco e argento di Valentino era il più azzeccato di tutti.

Alla divina Germanotta un consiglio: va bene che se sei diva puoi cambiarti d’abito quanto vuoi, ma se ne indossi nove durante la stessa sera, più che una star sei Arturo Brachetti.

Photo Credits. Insider.com, Instagram

 

 

 

 

Latest Posts

Referendum Costituzionale 2020, stravince il Sì: come cambia il Parlamento italiano

Scrutinati nella notte fra ieri 21 e oggi 22 settembre i voti in tutte le 61.622 sezioni italiane per il referendum costituzionale. Secondo i...

Giornata dell’Alzheimer: nuove speranze di cura dalla sperimentazione di un farmaco

Nel mondo la malattia di Alzheimer colpisce circa 40 milioni di persone. Solo in Italia vi sono oltre 1,2 milioni di casi di demenza,...

Coronavirus, contagi in forte crescita in Europa: metà Francia è zona rossa

Con più di 13mila contagi in un solo giorno è scattato in Francia un allarme rosso per la diffusione del Covid a macchia d'olio....

Zendaya: è lei la più giovane premiata nella storia degli Emmy Awards con “Euphoria”

Rimane la serata più importante per i protagonisti del piccolo schermo americano: gli Emmy Awards sono stati assegnati e, in definitiva, (quasi) tutto è...
Ads

Ad