Chili post gravidanza: come fare?

La gravidanza è un momento magico per la donna, in cui il rapporto con il proprio corpo cambia di mese in mese. A seguito del parto però, molte donne lamentano di non riconoscersi più, di vedere il proprio corpo completamente trasformato.

Ma quali possono essere dei metodi efficaci per “ritornare come prima”? Ecco quattro consigli per ritrovare l’aspetto di un tempo.

  1. Indossare una pancera. Dopo il parto, può essere utile indossare per qualche giorno una pancera, che ovviamente non costringa e che sia regolabile. In questo modo vengono ripristinati i muscoli tendineo legamentosi della zona della pancia.
  2. Niente spuntini. Soprattutto i primi mesi, quando si è a casa con il piccolo immerse in questa novità, è facile mangiare spesso e soprattutto cibi pieni di zuccheri come biscotti o merendine. Niente di più sbagliato, poiché sono cibi pieni di calorie che gonfiano e non aiutano a perdere i chili di troppo.
  3. Movimento fisico. Dopo circa un mese dal parto, è consigliabile fare qualche addominale e iniziare a camminare, anche solo 30 minuti al giorno. Questo aiuterebbe il tono muscolare dell’addome e il proprio metabolismo. Anche yoga e pilates possono essere molto utili per i muscoli addominali, soprattutto in caso di diastasi, ossia una separazione eccessiva della parte destra e sinistra del muscolo addominale. E perché non allenarsi con il proprio piccolo? Ci sono palestre che organizzano corsi per mamme e bebè!
  4. Interventi estetici. La chirurgia estetica può in alcuni casi dare una mano in più, soprattutto in caso di effetti post-gravidanza importanti. Dopo il parto, ad esempio, alcune donne si rivolgono al chirurgo plastico soprattutto per rimodellare o aggiungere volume al proprio seno, che può aver subito cambiamenti importanti a seguito della gravidanza. In alcuni casi, il parto genera delle conseguenze importanti anche per le zone intime. Non poche sono le donne che si rivolgono agli specialisti per effettuare interventi come vaginoplastica e restringimento vaginale, ossia una vera e propria ricostruzione delle mucose per restituire tono ed elasticità. E per il pavimento pelvico, possono essere utili anche gli esercizi di Kegel, che possono aiutare a tonificare questa importante muscolatura.

Dottoressa Daniela Galliano

Exit mobile version