"
Cinema

Old but gold: la Regina Elisabetta trasforma la villa in campagna in un drive-in

Un-drive in reale ma alla portata di (quasi) tutti. La Regina Elisabetta, 94 anni compiuti ad Aprile, ha deciso di trasformare la sua villa in campagna in un drive-in aperto ai sudditi. No, la sovrana non è impazzita: Elisabetta II d’Inghilterra è notoriamente una grande amante del cinema.

Si chiama Sandringham House la villa in campagna della Regina Elisabetta, una residenza situata nella contea di Norfolk e acquistata nel lontano 1862 dalla casa reale inglese. All’epoca fu la Regina Vittoria a comprare la dimora per il Principe di Galles, futuro Edoardo VII, ma oggi è Elisabetta II d’Inghilterra a goderne da ormai diversi anni. E da grande appassionata di cinema quale è, la sovrana ha deciso di utilizzare la villa per uno scopo nobile (ma anche divertente) a supporto della settima arte: la casa si trasformerà in un drive-in all’aperto.

La Regina Elisabetta ha gusto: opta per musical, grandi cult e film da Oscar

Con i titoli in programma la sovrana non si risparmia. Largo spazio ai musical, altra nota passione della Regina (e in generale del popolo inglese tutto), con una serie di grandi cult e premi Oscar: A star is born, Bohemian Rhapsody, Rocketman, Grease, Toy Story, 1917 e Oceania, giusto per dirne alcuni. A stupire, in effetti, è anche il prezzo del biglietto: nonostante si tratti di un ‘drive-in reale’, sarà possibile acquistare il ticket a ‘sole’ 32.50 sterline (l’equivalente di circa 36 euro). Con 7.50 sterline in più, tra l’altro, si potrà usufruire di un tavolo accanto alla macchina, con sedie pop corn annesse.

Porte spalancate ai sudditi, dunque, con una serie di proiezioni all’aperto a partire dal 25 settembre. L’idea ci piace: comodamente seduti nelle proprie automobili, gli spettatori paganti potranno concedersi una visione di qualità in vecchio stile (l’esperienza del drive-in è ampiamente tornata in trend negli ultimi tempi), rivivendo la magia dei grandi classici e godendo anche di una location reale. Letteralmente old but gold.

LEGGI ANCHE: Venezia 77, Sara Serraiocco si arrabbia con Sgarbi e deve ribadire l’ovvio

Back to top button
Privacy