Coronavirus

Covid, a scuola sulla spiaggia di fronte al mare: l’esperimento in Abruzzo

A lezione di fronte al mare. Con i banchi sulla sabbia, sotto l’ombrellone e gli occhi pieni di azzurro. Questo il primo giorno di scuola in Abruzzo per una decina di allievi della paritaria Madonna dell’Asilo di Vasto (Chieti).

Banchi sotto l’ombrellone

La didattica sulla spiaggia vastese, riporta online TgCom24, rientra nel progetto “InSabbiaMenti, a scuola sotto l’ombrellone”. A darne notizia lo stesso sindaco di Vasto Francesco Menna. Il primo cittadino ha atteso in spiaggia il suono della prima campanella, dopo sei mesi di stop a causa del coronavirus. “Ho accolto, insieme all’assessore alle Politiche scolastiche Anna Bosco, l’invito del Consorzio Vivere Vasto Marina. Questo è il primo appuntamento del progetto che ha coinvolto dieci alunni. Un’iniziativa da ripetere”, ha commentato.

L’apprezzamento del ministro

“La lezione zero nell’ambito di InSabbiaMenti del Consorzio Vivere Vasto Marina – spiegano gli organizzatori – ha raccolto l’adesione degli stabilimenti balneari e delle strutture di Vasto Marina”. “Un contributo per garantire agli istituti di Vasto di svolgere le attività didattiche in sicurezza, quando si ha carenze di aule per il rispetto del distanziamento sociale. Le lezioni sono all’aperto, prevalentemente sulla spiaggia, laddove le condizioni meteorologiche lo consentano”, aggiungono, sottolineando che il progetto ha ricevuto l’apprezzamento del ministro Azzolina, oltre che di insegnanti, studenti e genitori.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.

Correlati

Lascia un commento

Back to top button