"
CinemaPrimo piano

Sinister è il film più spaventoso di sempre: lo dice la scienza

Tenendo conto di diversi parametri, uno studio ha eletto Sinister come film più spaventoso di sempre

Secondo un recente studio, Sinister risulta il film più spaventoso di tutti i tempi. L’horror, uscito nelle sale cinematografiche nel 2012, vede nel cast Ethan Hawke. L’esperimento condotto ha preso in esame un totale di 50 pellicole e, tra queste, Sinister si è piazzato direttamente al primo posto.

Il film segue le vicende della famiglia Oswalt, trasferitasi nell’abitazione in cui i precedenti proprietari sono morti in circostanze misteriose. Nel solaio, Ellison (Ethan Hawke) rinviene una scatola contenente dei filmini in formato Super 8 mm, che rappresentano omicidi irrisolti. Nonostante possano sembrare scollegati tra di loro, poiché avvenuti in tempi e luoghi diversi, tali crimini mostrano un legame ben più profondo. Pare infatti che c’entri un’entità sovrannaturale che rischia di minacciare la famiglia di Ellison. Sebbene la trama di Sinister possa richiamare una serie di film analoghi, la pellicola possiede delle sue peculiarità che la differenziano da altre. Lo studio infatti mette in luce tale diversità.

Sinister è il film più spaventoso di sempre: lo studio condotto da broadbandchoices

Intitolato Science of Scare Project, lo studio è stato condotto da broadbandchoices (via Forbes). La ricerca consisteva nel seguire un campione di 50 persone, di età diverse, dopo aver visionato un totale di cento ore di film horror. Durante la visione, i ricercatori hanno monitorato costantemente i soggetti presi in esami. Lo studio, infatti, ha preso in considerazione le risposte di natura fisica degli individui, portando a importanti risultati.

Su un numero totale di 50 film, gli studiosi hanno tenuto in osservazione il numero di battiti cardiaci relativi al momento della visione. Il controllo delle diverse variazioni ha permesso in seguito di stilare una classifica dei 35 film più spaventosi di sempre. In testa a tutti il film diretto da Scott Derrickson, Sinister. Secondo i ricercatori, infatti, è il film che ha comportato il più alto innalzamento di battiti cardiaci. La media riscontrata è stata di 65 battiti al minuto, ma con la pellicola del 2012 il valore sale fino a 86 battiti al minuto.

Al secondo posto troviamo Insidious, seguito da The Conjuring, Hereditary, Paranormal Activity, It Follows, The Conjuring 2, The Babadook, The Descent e The Visit. Questi sono i film che, insieme a Sinister, compongono la Top 10.

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy