CronacaNews

Halloween con la Luna Blu, spettacolo in cielo la notte del 31 ottobre

Si tratta di un fenomeno raro che non accadeva da due anni

Conto alla rovescia per la festa di Halloween ma non solo. Con sabato prossimo 31 ottobre torna a spendere in cielo la Luna Blu, un fenomeno astronomico che non si verificava dalla Pasqua del 2018. Dopo due anni e mezzo, dunque, è bene ricordare che ci sarà uno spettacolo naturale imperdibile. Un evento raro. Un’autentica “apparizione” godibile “una volta ogni morte di Papa”, o meglio, come afferma l’equivalente detto anglosassone, once in a blue moon.

La luna blu tornerà quindi a brillare in concomitanza con la notte di Halloween 2020. Sarà proprio il 31 ottobre che si avrà in cielo la seconda luna piena del mese. Per questa ragione la si definisce Luna Blu. Il colore? C’entra fino a un certo punto. Il satellite che orbita intorno alla Terra non ci apparirà necessariamente di colore blu, quanto piuttosto dotato di una particolare e unica luminescenza.

A ogni Luna Blu si presenta però il dilemma: da dove si vede meglio? Quali sono gli orari migliori?. Questa volta sarà visibile da tutti i fusi orari. La vedremo da tutta Italia, cioè, non ci saranno zone più “privilegiate” di altre. Un fatto strepitoso perché rarissimo. Un evento che non accadeva da subito dopo la seconda guerra mondiale, ossia dal 1946. Come è facile immaginare, la luna il prossimo 31 ottobre sembrerà molto più grande rispetto al solito, come può accadere, ad esempio, per il fenomeno della luna rossa. Il disco del nostro satellite apparirà a tratti enorme.

Questo accadrà perché la Luna Blu sarà più luminosa rispetto alla luna che appare in cielo in ogni altra occasione diversa da questa. Non perdiamoci lo spettacolo perché per rivederla di nuovo occorrerà attendere il 22 agosto 2021. La Luna Blu raggiungerà la fase di piena alle 15:49 dell’ora italiana, ma ovviamente per poterla ammirare sarà necessario aspettare il tramonto del sole e l’arrivo della notte. Il che significa che la si potrà ammirare in tutto il suo splendore il 31 ottobre 2020, alle ore 22 circa.

 

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.

Correlati

Lascia un commento

Back to top button