MondoNews

Il partner russa troppo? Arriva la “pillola della notte” contro i disturbi da apnea

La produce un'azienda statunitense

Dopo anni e anni di studi e sperimentazioni finalmente una buona notizia per chi soffre dei disturbi di apnea ostruttiva del sonno. Parole complicate che, messe insieme, indicano un fenomeno molto comune: il russare quando si dorme la notte. Dagli Stati Uniti, adesso, starebbe arrivando la once-a-night-pill, quella che potremmo definire la “pillola della notte”. La notizia è riportata da Business Insider. A produrre la speciale pasticca è l’azienda Apnimed. Consente di alleviare i disturbi di apnea ostruttiva del sonno nel 74% dei casi riscontrati. La once-a-night-pill si basa sulla combinazione di due farmaci utilizzati per altre patologie.

Un sogno per molti

Una pillola per smettere di russare è un sogno per moltissime persone. E, naturalmente, per i loro partner. Non è facile dormire accanto a chi russa, magari spesso e forte nelle ore del sonno. Già una decina di anni fa una pillola terapeutica era stata messa a punto da un’azienda californiana che l’aveva testata su 45 pazienti. E il farmaco sembrava funzionare. Il disturbo risultava ridotto del 70%, promettendo risultati anche sul fronte dell’apnea notturna, una patologia legata a doppio filo con il sonno “rumoroso”. Nel caso della Qnexa (così si chiamava quel farmaco) il prodotto derivava da un mix di principi attivi. Ovvero lo stimolante fentermina in aggiunta all’antiepilettico topiramato. Sperimentata su uomini e donne tra i 30 e i 65 anni d’età, la pillola aveva ridotto drasticamente le interruzioni del sonno dovute al russare, facendole passare da una media di 46 a 14 volte l’ora.

Persone obese a rischio

L’azienda che aveva sviluppato la molecola puntava a commercializzare un farmaco contro l’apnea notturna. Secondo Adnkronos, Jim Horne, uno specialista in medicina del sonno dell’università di Loughborough, sulle pagine del britannico Daily Mail aveva sottolineato che “circa il 50% delle persone obese soffre di apnea notturna in una qualche misura. Quando si stendono a letto i loro muscoli si rilassano e il grasso attorno al loro collo comprime le vie aeree ancora di più. È possibile che questo farmaco li aiuti innescando la perdita di peso oppure rendendo in qualche modo i muscoli della gola un po’ più tesi”.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.

Correlati

Lascia un commento

Back to top button