"
MondoNews

Ginevra, rarissimo diamante rosa venduto all’asta: la cifra è da record

Chiamato in francese "Le Spectre de la Rose" è stato scoperto in Siberia

Ce ne sono pochissime al mondo. Pietre preziose del tutto eccezionali come quella che è andata all’incanto presso la celeberrima casa d’aste londinese Sotheby’s. Ovvero un diamante rosa porpora, estratto dal più grande diamante rosa grezzo mai scoperto in Russia (nella foto in alto un esempio di diamante rosa). La vendita da record è stata effettuata online a Ginevra a un compratore anonimo che ha sborsato la bellezza di 26,6 milioni di dollari. Ovvero 22,5 milioni di euro.

Scoperto in Siberia

Quello rosa è un diamante tra i più rari e preziosi al mondo. Chiamato in francese Le Spectre de la Rose (L’Essenza della Rosa, in inglese “The Spirit of the Rose”), spiega Cristiano Tassinari su Euronews, dal nome del celebre balletto russo. Si tratta di un diamante di 14,83 carati, è il più grande della sua categoria (rosa porpora vivo) ad essere mai stato messo all’asta. Il diamante rosa – di 27,85 carati – è stato scoperto nella Repubblica di Yacuzia, in Siberia, nel 2017. Ci sono voluti tre ani prima che arrivasse a essere messo all’asta anche per le sue particolari caratteristiche. Il primo anno è servito agli esperti per svolgere un meticoloso lavoro di estrazione e taglio. Occorreva dare forma, leggermente ovale, a questo gioiello, ma senza alterarne il brillante colore naturale.

Una vendita memorabile

Benoit Repellin, direttore delle vendite di “Haute Joaillerie” da Sotheby’s a Ginevra, ha dichiarato: “Per noi è stata un’asta storica, qualcosa di memorabile”, secondo quanto riporta Euronews. Prima della vendita, Sotheby’s aveva stimato il valore del gioiello tra i 23 e i 38 milioni di dollari. “Questo diamante, completamente puro, è eccezionale per le sue dimensioni e il suo colore”, ha aggiunto Repellin. La bellezza dei diamanti, si sa, non finisce mai di stupire, ma neppure le scoperte che ancora si fanno su queste pietre preziose. A fine settembre uno studio pubblicato sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze (Pnas) dal gruppo di Fabrizio Nestola, dell’università di Padova, aveva acceso i riflettori sui diamanti dallo Spazio.

Diamanti extraterrestri

Si è infatti trovato dentro un meteorite il più grande diamante extraterrestre mai scoperto finora. L’oggetto alieno si è formato dal potente scontro di un asteroide con un corpo celeste di piccole dimensioni. “I diamanti sono pietre indistruttibili, che al loro interno custodiscono minerali che ci raccontano cosa si trova al centro della Terra e in che periodo si è formato”, spiegava Nestola all’Ansa. In questo caso i ricercatori, studiando un frammento del meteorite Tc8, caduto in Sudan nel 2008, hanno trovato la presenza di un 6-7% di nanodiamanti e nanografite.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy