"
NewsPrimo pianoTecnologia

Crew Dragon di Elon Musk, lanciata la capsula con 4 astronauti: gli Usa tornano nello Spazio

A 9 anni dall'ultimo viaggio dello Space Shuttle

La pandemia di Covid che sta devastando l’America più ancora dell’Europa non ferma le missioni spaziali. Dopo un rinvio dovuto al maltempo, è stata infatti lanciata nello spazio la capsula Crew Dragon della SpaceX di Elon Musk. A bordo quattro astronauti in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale. La missione americana, chiamata Crew 1, è la prima in cui gli Stati Uniti tornano a far volare i loro astronauti con un loro veicolo, dopo l’uscita di scena dello Space Shuttle nel 2011.

I membri dell’equipaggio

Il lancio è avvenuto dalla storica rampa 39A del Kennedy Space Center della Nasa a Cape Canaveral, sull’isola di Merritt in Florida. La stessa da cui sono partite le missioni Apollo dirette alla Luna a cavallo tra gli anni Sessanta e i primi anni Settanta. A bordo della capsula, chiamata “Resilienza”, viaggiano il comandante Michael Hopkins, il pilota Victor Glover e la specialista di missione Shannon Walker, tutti della Nasa. C’è anche lo specialista di missione Soichi Noguchi, dell’Agenzia spaziale giapponese Jaxa. Ad attenderli sulla Stazione Spaziale, l’americana Kate Rubins e i russi Sergey Ryzhikov e Sergey Kud-Sverchkov.

Una mascotte a bordo

Ad accompagnare gli astronauti c’è una mascotte. Lo speciale indicatore di gravità “Baby Yoda” ispirato alla serie Mandalorian. I quattro astronauti di Crew Dragon resteranno sulla stazione orbitale per sei mesi, durante i quali svolgeranno esperimenti sul funzionamento di organoidi su chip per lo studio di muscoli e polmoni, su batteri mangiatori di rocce, sugli orti spaziali. E anche su parti di future tute spaziali e su come si comportano nello spazio il cervello, il sistema immunitario e l’orologio biologico.

Gli auguri del presidente Biden

L’evento, che ha incassato gli auguri del presidente eletto Joe Biden, riporta di fatto gli Stati Uniti verso la corsa allo Spazio e interrompe il monopolio russo. L’azienda privata SpaceX, dell’imprenditore Musk, in collaborazione con la Nasa, può vantare la capsula Dragon che attualmente si attesta come secondo mezzo in grado di raggiungere la Iss, insieme alla tradizionale Soyuz russa, unica operativa ormai dal 2011, da quando gli americani interruppero i voli con equipaggio. Fra un anno dovrebbe essere pronta anche la navetta della Boeing. Un lancio dai mille retroscena che potrebbe segnare per sempre la fine della cooperazione spaziale. La Russia ha già annunciato la mancata partecipare alla prossima mini-stazione ideata dalla Nasa attorno alla Luna, il Gateway.

Elon Musk, 49 anni, è un imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy