"
MondoNewsPrimo piano

ULTIM’ORA – “È morto Maradona”, l’annuncio del Clarin

Il campione è deceduto per arresto cardiaco

È morto Diego Armando Maradona. Lo annuncia il quotidiano argentino Clarin, secondo quanto riporta Adnkronos. Il Pibe, si legge nell’edizione online, è deceduto per un arresto cardiorespiratorio.

Maradona, che aveva compiuto 60 anni lo scorso 30 ottobre, è stato colpito da malore mentre si trovava nella sua casa del barrio San Andres, a Buenos Aires. Con lui la figlia Giannina. All’inizio di novembre era stato operato per la rimozione di un ematoma subdurale al cervello. L’intervento, secondo le informazioni diffuse dai medici, era stato eseguito senza complicazioni.

L’11 novembre scorso Maradona aveva lasciato la clinica di Olivos dopo l’intervento alla testa per un ematoma subdurale. Leopoldo Luque, medico dell’argentino, aveva diffuso la prima foto dopo l’intervento chirurgico: il Pibe de Oro appariva sorridente, sul letto e con una benda in testa. “Diego è incredibile”. “Vivo per miracolo”, aveva detto il suo avvocato, Matías Morla. Oggi 25 novembre la notizia più brutta che nessuno avrebbe mai voluto sapere.

Maradona è stato il più forte amato calciatore di sempre, non inferiore a Pelè. Per l’Equipe, il giornale francese di calcio, è “la morte di un Dio”. Napoli è sotto shock: la notizia, alla quale molti stentano a credere, è rimbalzata sui telefonini. In pieno centro, in piazza Municipio una sola voce: “Era il più grande di tutti”, riporta l’Ansa. Anche a Fuorigrotta, là dove si trova il San Paolo, suo tempio calcistico, ci si commuove e tornano in mente le sue straordinarie giocate. Col club azzurro Diego aveva vinto due scudetti, nel 1987 e nel 1990. Maradona aveva in questi ultimi anni incontrato anche Papa Francesco, argentino come lui.

La morte di Diego Maradona è stata annunciata anche nell’Aula del Senato, a Palazzo Madama. “Non so se è opportuno, ma lo faccio, devo purtroppo annunciare che è scomparso Maradona, il calciatore che credo in Italia abbia molto influito sulla passione per questo sport. Alla famiglia e ai tifosi che lo hanno amato le mie condoglianze”. Così Ignazio La Russa, dallo scranno di presidente di turno del Senato, durante i lavori nel pomeriggio di oggi 25 novembre.

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy