"
Coronavirus

Covid, verso il nuovo Dpcm: “Nuove misure fino al 10 gennaio 2021”

Conto alla rovescia per il decreto di Giuseppe Conte

Mancano ormai pochi giorni al nuovo Dpcm del premier Giuseppe Conte. Il nuovo decreto, cioè, che dovrebbe “traghettare” l’emergenza Covid degli italiani fino a Natale o giù di lì. Le misure restrittive attualmente in vigore – dalle zone rosse al coprifuoco – si allenteranno? Ci saranno nuovi divieti? Fino a quando dureranno?

“Nessun allentamento”

Vediamo. L’ipotesi che emerge in queste ore è che il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) potrebbe durare almeno fino a domenica 10 gennaio 2021. Lo scrive l’Ansa, citando fonti che assistono al vertice governo-Regioni in videoconferenza. Il nuovo Dpcm entrerà in vigore il 4 dicembre, venerdì prossimo. Il governo – presente anche con il ministro della Salute Roberto Speranza – non avrebbe mostrato alcuna volontà di concedere allentamenti nel periodo delle festività.

Coprifuoco a Natale e Capodanno

Il coprifuoco resterà, a quanto sembra, alle 22 anche a Natale e a Capodanno. Bar e ristoranti chiuderanno alle 18 come adesso, nelle regioni gialle. Tutte le regioni d’Italia potrebbero passare da rosse e arancioni a definitivamente gialle. Questo entro le festività natalizie di dicembre. Pr quanto riguarda lo sci, le Regioni hanno hanno valutato la possibilità di “riaprire gli impianti sciistici per i soli ospiti degli hotel”. Così come per “i proprietari di seconde case, in modo da dare una parziale compensazione agli impianti di risalita e alle località sciistiche”.

Assembramenti e spostamenti

Il divieto di assembramento dovrà essere il “principio cardine” sul quale poi incentrare il nuovo Dpcm. Non si esclude, addirittura, la chiusura dei confini sulle Alpi. E se qualche governatore spinge per timide riaperture, come quello della Valle d’Aosta, altri, come quello del Lazio, Nicola Zingaretti, considerano “diabolico” ripetere l’errore di questa estate. Vale a dire lasciare che il sentimento comune divenga quel “liberi tutti” diventato concausa della nuova, pesante, ondata della pandemia. Dalla Conferenza è arrivato, inoltre, l’invito al governo ad autorizzare gli spostamenti interregionali tra zone con lo stesso colore. Tuttavia l’intenzione di palazzo Chigi sembra essere quella di vietarli dal 19 o 20 dicembre fino alla Befana.

 

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button