"
News

Conto alla rovescia per il Cashback di Natale: quando parte e come funziona

Consentirà di ricevere un rimborso per gli acquisti con carte e bancomat

Fra meno di una settimana, l’8 dicembre, sarà pienamente operativo il cashback di Natale voluto dal governo. Di cosa si tratta? In pratica è un rimborso sul conto corrente fino a 150 euro per gli acquisti di beni nel periodo natalizio. A precise condizioni, però. Tutto ciò che gli italiani compreranno non in contanti ma grazie all’utilizzo di carte e/o bancomat o assegni – nei negozi fisici – dall’8 dicembre al 31 dicembre 2020, potrà ricevere un piccolo “compenso”. Si potrà, cioè, ottenere un rimborso del 10% per un tetto massimo di spesa pari a 1.500 euro.

Strumenti tracciabili

L’accredito del rimborso non sarà tuttavia automatico. Spetterà a chi avrà effettuato la previa registrazione con App Io (la app dei servizi pubblici), Spid e procedura di attivazione del servizio. Il rimborso sarà accreditato direttamente in conto corrente, prevedibilmente entro il mese di febbraio 2021. Affinché si riceva il rimborso, spiega il sito Lavoroediritti.com, è necessario fare la spesa nei negozi fisici e pagare con strumenti tracciabili. In ultima analisi, infatti, lo scopo del cashback di Natale è quello di favorire fra gli italiani, e “premiare”, un più ampio sistema di pagamento facilmente tracciabile “in chiaro”, ovvero senza i contanti.

Almeno 10 acquisti

Gli acquisti dovranno essere almeno 10. E con importi massimi di 150 euro a scontrino. Questo significa che non sarà sufficiente un solo acquisto da 1500 euro per ottenere fino a 150 euro di rimborso (il 10%). L’operazione cashback inizierà già dal prossimo 8 dicembre, pertanto per gli acquisti che faremo sotto le feste possiamo ottenere un rimborso sul conto corrente pari a 150 euro.

Codice fiscale, pagamenti e Iban

Il Programma di rimborso è realizzato attraverso il “Sistema Cashback”, predisposto e gestito dalla società PagoPA S.p.a.. Il cittadino che intende aderire dovrà indicare il proprio codice fiscale e anche gli strumenti di pagamento tracciabile di cui intende avvalersi. All’interno dell’App Io si dovranno comunicare i metodi di pagamento abilitati (carte di credito, carte di debito, prepagate ecc.) e si dovrà comunicare anche il codice Iban del conto sul quale vogliamo ricevere il rimborso. Si accede all’APP tramite i dispositivi Apple e Android. Il rimborso del cashback dovrebbe avvenire (come detto nel corso del mese di febbraio 2021) attraverso un bonifico bancario.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy