"
Coronavirus

Covid, quattro leoni positivi allo zoo di Barcellona: “Le cure funzionano”

Agli animali sono stati somministrati farmaci usati in caso di influenza

Sorpresa allo zoo di Barcellona, dove quattro leoni sono risultati positivi al coronavirus. Si tratta di tre femmine e un maschio. Si chiamano Zala, Nima e Run Run le femmine, Kiumbe il maschio. I responsabili del giardino zoologico hanno sottoposto tutti e quattro gli esemplari al test per il Covid dopo che gli animali avevano manifestato lievi sintomi di malessere.

L’ipotesi della trasmissione dall’uomo

Per cercare di capire come sia stato possibile che i leoni abbiano contratto l’infezione, i veterinari dello zoo di Barcellona hanno ricostruito la “storia” dei casi già verificatisi. E sono risaliti al fatto che qualche settimana fa avevano contratto il virus due impiegati dello zoo. La cosa non aveva destato un eccessivo allarme né aveva fatto pensare che il virus fosse transitato dagli umani agli animali in cattività. Adesso l’ipotesi è che gli addetti abbiano inconsapevolmente trasmesso il Sars-Cov-2 ai leoni nel corso delle consuete operazioni di cura degli esemplari. Ma ancora non c’è alcuna certezza su questo. Non è chiaro, cioè, se i felini siano stati contagiati da loro.

Terapia con antinfiammatorio

Lo zoo, scrive l’emittente britannica Bbc, adesso si sta prendendo cura nel miglior modo possibile dei leoni infettati. Gli animali hanno ricevuto varie dosi di antinfiammatori veterinari. Ovvero quelli chesi somministrano in caso di un’influenza lieve“, precisano i giornalisti inglesi in un servizio. Come stanno reagendo i leoni? A quanto sembra “stanno rispondendo bene” alla terapia.

Nessun contatto con altri animali

Dal giardino zoologico di Barcellona i responsabili fanno sapere che nessuno dei quattro splendidi esemplari di grande felino ha avuto contatti con altri animali. Questo dovrebbe mettere al riparo lo zoo da altri eventuali casi di diffusione del coronavirus fra animali di altra specie. Il caso dei leoni di Barcellona è il secondo caso noto al mondo di grandi felini contagiati dal Covid. Il primo si era manifestato durante lo scorso mese di aprile nello zoo del Bronx, a New York. In quell’episodio erano rimasti coinvolti tre leoni e quattro tigri. Tutti risultati positivi al Covid.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy