Luce d’Artisti, la città dell’Aquila si illumina di speranza

Nonostante il Covid-19 non stia dando tregua al Bel Paese, un’iniziativa del comune dell’Aquila, intitolata Luce d’Artisti, fa intravedere uno spiraglio luminoso in fondo al tunnel.

E’ appena iniziata e si concluderà il 18 gennaio 2021 l’iniziativa intitolata Luce d’Artisti. L’inaugurazione è avvenuta in diretta sui social network per rispettare ogni regola di distanziamento sociale. Luci d’Artisti è una rassegna illumino-grafica ideata per ricordare a tutti coloro che oggi non possono vivere la socialità che la speranza di poter ritornare alla vita vera è forte e presente.

Luci d’Artista è nata da una collaborazione tra il comune dell’Aquila e Citelum Italia. Fa parte di una serie di iniziative finalizzate alla candidatura del capoluogo abruzzese a Capitale Italiana della cultura 2022. E’ stata la cantautrice Simona Molinari a inaugurare la manifestazione. Ha giocato praticamente “in casa”, visto che è aquilana. Ha cantato sul piazzale antistante al Castello del cinquecento due brani tipicamente natalizi. White Christmas di Irving Berlin e All I want for Christmas is you di Mariah Carey. L’artista li ha intonati avvolta dall’illuminazione proiettata sul bastione della fortezza. Due interpretazioni talmente emozionanti che, se ci fosse stato il pubblico, avrebbe applaudito a scena aperta.

Luci d’Artista: l’Aquila si propone come Capitale Italiana della Cultura 2022

Sono state emozionanti, per questa città colpita dal terremoto del 2009, le parole del sindaco Pierluigi Biondi. “Ci attendono giorni di festa inevitabilmente diversi da quelli passati”, ha dichiarato introducendo la serata. “Ma infrangere il buio della sera testimonia speranza e fiducia nel futuro, la volontà di riappropriarci di un senso di serenità incrinato dalla pandemia. Con Luce d’Artisti abbiamo disegnato un percorso, impreziosito da versi e parole d’affetto per la nostra città, scritte da importanti autori che l’hanno conosciuta e apprezzata. Con questo sentimento dedichiamo l’iniziativa a tutti i figli di questa terra, fiera e orgogliosa della sua storia e di un portato culturale oggettivo e radicato, alla base della candidatura a capitale italiana della cultura 2022. Buon Natale all’Aquila, che ha saputo fare delle sue ferite un racconto di esempio e di rinascita”.

Il sindaco Pierluigi Biondi: “Buon Natale all’Aquila, che ha saputo fare delle sue ferite un racconto di rinascita”

Tante le location dove si potranno ammirare, calato il sole, le proiezioni luminose. Si va dalla Chiesa delle Anime Sante e piazza Duomo al Forte Spagnolo e piazzale Auditorium Renzo Piano. Poi tra le altre Palazzo Margherita, , la Basilica di Collemaggio, Corso Vittorio Emanuele II, corso Federico II, via Verdi, Via Garibaldi,  Palazzo del Convitto Nazionale, Piazza della Chiesa Cieli stellati del Gran Sasso.

Le citazioni proiettate sulle mura storiche appartengono a: Carlo Emilio Gadda, Ernest Hemingway, Ugo Ojetti, Guido Piovene, Friedrich Nietzsche, Carlo Castellaneta, Benedetto Croce, Alda Merini, Laudomia Bonanni.

Per seguire la rassegna basta cliccare sul sito. Notizie, splendide immagini ma anche contenuti multimediali, approfondimenti sulle location, sugli autori rappresentati e sul significato delle proiezioni grafiche.

Photo Credits: Comune dell’Aquila Press Office

Exit mobile version