"
CoronavirusPrimo piano

Covid, vaccinazioni in Italia verso quota 120mila ma con grandi divari: la graduatoria regione per regione

Trento, Lazio e Veneto al top. Polemiche in Lombardia per i numeri troppo bassi

Con la giornata di oggi 4 gennaio si supereranno in Italia le 118.554 vaccinazioni contro il Coronavirus. Il dato è della serata del 3 dicembre, ufficializzato dal Report del Commissario all’Emergenza, disponibile online, aggiornato in tempo reale, e accessibile dal sito del Governo. Hanno ricevuto il vaccino 105.747 operatori sanitari, 6.173 unità di personale non sanitario e 6.634 ospiti di Rsa.

Lazio, Veneto e Trentino

Il Lazio si aggiudica la prima posizione per il numero di somministrazioni effettuate, il 48,5% del totale (22.225 vaccini); seguito dalla Provincia autonoma di Trento che ha eseguito 2.242 vaccinazioni su 4.975, dunque il 45,1%. Segue il Veneto con 15.687 dosi, equivalenti al 40,3% delle 38.900 dosi ricevute. Poi la Toscana che ha fatto il 37,7% dei vaccini, cioè 10.545 su 27.920 dosi. E il Piemonte, che ha eseguito 12.619 vaccinazioni, dunque il 31,0% dei vaccini ricevuti (40.885).

Lombardia e Calabria

In fondo alla lista è la Calabria che ha somministrato 453 dosi, equivalenti al 3,5% del quantitativo ricevuto, 12.955 dosi totali. Male anche la Lombardia che ha effettuato 3.085 vaccini su 80.595 dosi ricevute, dunque il 3,8% del totale. Il Molise ha effettuato 50 vaccinazioni, pari all’1,7% delle dosi consegnate, 2.975 in tutto e la Valle d’Aosta ha effettuato 44 vaccini, il 4,4% delle dosi consegnate (995 in tutto). In un’intervista, l’assessore alla Sanità della Lombardia, Giulio Gallera aveva cercato di giustificare il ritardo nella somministrazione dei vaccini nella regione sostenendo che “abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare in servizio per un vaccino nei giorni di festa”. Parole che sui social hanno provocato reazioni indignate degli utenti. Stupore anche nella Lega che ha dichiarato di non condividere il pensiero del “suo” assessore.

Il vaccino nel mondo

A livello planetario sono 10 milioni le persone vaccinate contro il Covid. I dati provengono dal sito di pubblicazione scientifica Our World In Data, sviluppato dall’Università di Oxford. La Cina ha immunizzato circa 4,5 milioni di persone, seguita da Stati Uniti (2,79 milioni) e Regno Unito (1 milione). Un milione di persone sono state vaccinate anche in Israele (che conta circa 9 milioni di abitanti). Poi c’è la Germania con oltre 165 mila. Il sito chiarisce che i numeri si riferiscono alle singoli dosi iniettate, quindi non alla vaccinazione completa, che necessita di un secondo richiamo. Nella battaglia per sconfiggere il Coronavirus Israele corre più del resto del mondo. Ha già superato il 10% della popolazione immunizzata con la prima dose del vaccino, vale a dire un milione di persone su poco più di 9 milioni di abitanti.

Covid report vaccinazioni Italia
Il report del Commissario all’Emergenza Covid sulle vaccinazioni

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy