Coronavirus

Campania, De Luca: “Una card di certificazione a tutti i vaccinati contro il Covid”

Il governatore ipotizza la vaccinazione della popolazione entro novembre 2021

Non sarà fra le regioni che da domenica 10 gennaio finiranno in zona arancione. La Campania resterà in zona gialla. La diffusione della pandemia di Covid è forte ma appare sotto controllo. Il presidente della Regione, tuttavia, fa la sua parte e rilancia: “La Campania darà una card di avvenuta certificazione a tutti i cittadini vaccinati contro il Covid dopo il richiamo”. Così, infatti, Vincenzo De Luca ha annunciato l’ultima novità per Napoli e per tutto il territorio campano circa il coronavirus. Il governatore ha mostrato il prototipo della speciale tessera in diretta Facebook, nell’ambito dei suoi ormai celebri momenti di condivisione di riflessioni e avvisi ai cittadini sul social media.

Tessera “pass” anche per cinema e ristorante

Sul retro c’è un chip – ha spiegato De Luca riferendosi alla card -. Ci auguriamo che tra qualche mese i cittadini la possano esibire per andare al cinema o al ristorante con più tranquillità, avendo la certificazione che sono stati vaccinati”. I tempi, però, restano piuttosto lunghi. La campagna di vaccinazione – ha precisato lo stesso governatore nel suo video – dovrebbe completarsi tra novembre e dicembre di questo 2021 che è appena cominciato.

Milioni di dosi di vaccino

“Dobbiamo somministrare 4 milioni e 200mila vaccini per avere un risultato apprezzabile – ha spiegato in diretta Facebook il presidente della Campania -. E siccome con i vaccini attuali dobbiamo fare il richiamo, ciò vuol dire che dobbiamo fare 8 milioni e 400mila vaccini, uno sforzo gigantesco che richiederà in Campania capacità e tenacia assoluta”. “Se noi facciamo 20mila vaccini al giorno, dobbiamo raddoppiare la cifra attuale – ha aggiunto -. Se noi arriviamo a 600mila al mese e se non ci saranno intoppi, per novembre-dicembre dovremmo completare la campagna di vaccinazione e con il personale che abbiamo dobbiamo fare un miracolo.” “Sarà una sfida terribile per tutto il 2021” ha chiosato De Luca. Il governatore proprio oggi 8 gennaio ha avuto un altro grattacapo. La voragine apertasi all’alba nel parcheggio dell’Ospedale del Mare di Napoli lo ha costretto a un urgente sopralluogo. “Ci occuperemo anche di questo”, sono state le sue laconiche parole.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy