"
Pets

Animali domestici e bambini: perché è un bene farli crescere insieme

A volte si teme che la convivenza tra bimbi e pet possa essere problematica, ma diversi studi dimostrano il contrario

Animali domestici e bambini: per molti resta ancora un dilemma sapere se sia un bene o meno farli vivere e crescere insieme. Tuttavia sembrano essere diversi gli studi scientifici che sono in grado di dimostrare i benefici di questo rapporto. E secondo quanto è possibile apprendere, nel periodo della quarantena per Covid-19 le ricerche legate alla convivenza tra animali e bimbi si sono incrementate. In linea di massima i risultati ottenuti sono stati estremamente positivi e diversi fronti hanno affermato come per molti bambini vivere con un cane o un gatto possa generare il benessere e lo sviluppo psicologico e il buonumore.

Prendersi cura di qualcuno

Una delle ricerche che ha studiato il rapporto tra animali domestici e bambini è Pets and Children; lo studio è pubblicato sull’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry e dimostra come gli animali possano essere per i piccoli un supporto per ogni età. Oltre cani e gatti, anche conigli o tartarughe possono avere il compito di “insegnare” ai bimbi la capacità di prendersi cura di qualcuno. La ricerca afferma che i benefici nati dalla convivenza tra animali e bambini possono essere molteplici. Ad esempio, si può creare un legame d’amicizia talmente forte tanto che il pet può diventare il confidente del bambino. Ma non solo, gli animali possono aiutare i piccoli a connettersi con la natura, oltre a riconoscere e sviluppare il rispetto per gli altri.

Animali domestici e bambini: l’importanza del loro rapporto

Il rapporto che lega il pet di casa e i piccoli è stato al centro di molte ricerche anche in campo pedagogico. Lo studio Companion Animals and Child/Adolescent Development: A Systematic Review of the Evidence, pubblicato sul International Journal of Environmental Research and Public Health, approfondisce, ad esempio, questo aspetto sia dal punto di vista scientifico che pedagogico. In questa ricerca infatti viene studiato il rapporto tra animali domestici e bambini di varie fasce d’età; inoltre nello studio vengono osservati anche gli aspetti comportamentali ed emotivi. Attraverso questi i ricercatori hanno riscontrato diversi benefici nella gestione dell’ansia, dello stress e persino della depressione nei più piccoli. Ovviamente affinché il rapporto tra animali domestici e bambini si sviluppi nel migliore dei modi è importante far comprendere al bimbo, sin dai primi anni, che il pet è un essere vivente e non giocattolo. Con questo assunto di base il rapporto tra i due potrà essere solido e importante.

Francesca Perrone

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l’Università Pontificia Salesiana, con una tesi su “Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili“, poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l’Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell’automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG www.velvetpets.it sulle curiosità del mondo animale e www.biopianeta.it sui temi della tutela dell’ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy