"
Lifestyle & GlamourPrimo piano

Milano Fashion Week 2021: le sfilate uomo sono digital

Cosa succede durante la settimana della moda milanese in epoca covid-19?

C’era una volta la sala gremita di buyers, stampa e celebrities, l’ambito front row, la calca dei fotografi e degli operatori video, le code all’ingresso delle location scelte dalla maison di moda. Oggi tutto questo non c’è più. In epoca covid-19 si sfila a porte chiuse rigorosamente in versione digital. E così, anche questa nuova edizione della Milano Fashion Week 2021, dedicata alle collezioni maschili per l’autunno/inverno 2022, non fa eccezione. Un calendario interamente in versione digitale, o meglio phygital, cioè in compresenza di contenuti digitali e fisici, che si svolge nella città meneghina fino al 19 gennaio 2021.

Milano Fashion Week 2021: la defezione di Dolce & Gabbana e l’assenza di Giorgio Armani

E’ quasi passato un anno dalla decisione epocale di Re Giorgio, grande assente di questa edizione, di sfilare senza pubblico durante la Milano Fashion Week donna dello scorso febbraio, ma le cose non sono affatto cambiate, anzi. La pandemia è ancora nella sua fase più acuta e il settore moda si piega alla volontà dell’atroce coronavirus. Se lo scorso luglio Dolce & Gabbana aveva dato una prova di grande coraggio ed intraprendenza organizzando una sfilata in presenza, in questa nuova edizione della Milano Fashion Week 2021, la celebre maison ha addirittura rinunciato alla sfilata dal vivo, annullando lo show a pochi giorni dall’evento. Anche Etro, Fendi e K-Way avevano inizialmente deciso di sfilare live, ma poi alla luce dell’emergenza sanitaria si sono esibiti rigorosamente a porte chiuse.

ph. credit: Dolce & Gabbana

Le presentazioni in digitale

Qualche maison ha mantenuto la fedele formula del catwalk, altre si sono buttate a capofitto sul video. Ad ogni modo nessuno dei 37 brand in calendario alla Milano Fashion Week 2021 ha previsto il pubblico in sala, ma solo in digitale. Ermenegildo Zegna apre la kermesse dedicata all’eleganza maschile, seguito tra i big da Fendi, Tod’s, Etro, Prada, MSGM, Woolrich. Nel comparto giovani marchi troviamo Dima Leu (vincitore di Who’s next 2020), Vaderetro, Dalpaos, Dhruv Kapoor, Tokyp James, Solid Homme e K-Way (per questi ultimi due è il primo debutto in passerella alla Milano Fashion Week). L’appuntamento dedicato alla moda maschile può essere seguito sul sito milanofashionweek.it e cameramoda.it. Quest’ultima è la piattaforma digitale di Camera Nazionale della Moda Italiana che trasmette i contenuti dei brand via streaming con sfilate, video ed eventi phygital.

Il commento di Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana:

Questa edizione della Milano Fashion Week 2021 si inserisce in un quadro di risposte concrete al mutato panorama del fashion system. Vuole essere una soluzione dinamica alle complessità del presente. La nostra piattaforma è stata progettata sin dall’inizio, per vivere di vita propria e per sostenere sia i progetti digitali che le sfilate fisiche.” Ed ancora: “Si è rivelata, come hanno dimostrato i numeri delle ultime edizioni, un’incredibile risorsa anche per veicolare importanti approfondimenti su temi pilastro della nostra strategia, quali sostenibilità, inclusione e sostegno alla nuova generazione di designer. Siamo molto felici della collaborazione con il Fashion Film Festival Milano. L’iniziativa per la prima volta all’interno della nostra settimana della moda, arricchisce con contenuti di altissima qualità il nostro palinsesto, anche nei giorni precedenti alla nostra Fashion Week”, dichiara Carlo Capasa.

Quest’edizione della Milano Fashion Week segna infatti l’inizio della partnership tra Camera Nazionale della Moda Italiana ed il Fashion Film Festival Milano

Il festival, giunto alla sua settima edizione, prima in versione digitale, è ideato e fondato da Constanza Cavalli Etro. In concorso ci sono più di 200 fashion film provenienti da 58 paesi. Le pellicole sono visibili sulla piattaforma della Camera della Moda, sul sito ufficiale di FFF e su MyMovies. L’iniziativa di moda e cultura si configura come un ponte culturale tra comunità diverse e come un messaggio inclusivo che celebra pienamente la diversità e le capacità femminili.

Leggi anche: Al via il Fashion Film Festival Milano 2021 insieme alla Milano Fashion Week

Elena Parmegiani

Organizzatrice d’eventi e presentatrice. Consegue la Maturità Classica e la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Inizialmente organizza gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari.Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. È consulente di eventi aziendali e privati e scrive di moda, arte e spettacolo.
Back to top button