"
MondoNews

Violenta esplosione a Madrid, distrutti tre piani di un palazzo: “Ci sono vittime”

Edificio sventrato nella centrale Calle de Toledo per una fuga di gas

Ci sarebbero alcune vittime, due almeno, a causa di una forte esplosione nel centro di Madrid, in Calle de Toledo, nel primo pomeriggio di oggi 20 gennaio. Dalla capitale spagnola arrivano notizie tragiche di quella che sembrerebbe, al momento, una tragedia. Autorità e soccorritori devono ancora accertare la cause della deflagrazione ma di certo è stata qualcosa di devastante.

Bilancio gravissimo

L’esplosione ha semidistrutto un edificio nel centro di Madrid intorno alle 15, secondo quanto riferiscono i media spagnoli citando fonti di polizia. La potente deflagrazione ha fatto saltare in aria i tre piani superiori di un palazzo, situato in Calle de Toledo, causando anche diversi feriti oltre alle vittime. Ma non è ancora escluso che il bilancio possa salire. La zona è stata evacuata e isolata. Sul posto sono in azione i soccorsi.

Le possibili cause

Secondo quanto scrive il quotidiano El Mundo, potrebbe essere stata una fuga di gas a provocare la forte esplosione. Il giornale El Pais riporta inoltre che la deflagrazione ha causato un incendio. La polizia sta evacuando molti anziani di una casa di riposo vicina al luogo dell’esplosione. Tuttavia il direttore della struttura ha spiegato che “nessuno dei nostri ospiti e dei dipendenti è rimasto ferito”. Vicino alla casa di riposo si trova anche una scuola. L’esplosione ha mandato in frantumi le finestre dell’Hotel Ganivet e gli ospiti all’interno sono anch’essi fatti evacuare.

Si temono altri crolli

Secondo un primo bilancio fatto dal sindaco della capitale spagnola José Luis Martìnez Almeida poco prima delle 16, le vittime sarebbero due, riporta il Corriere della Sera. Ci sarebbero, inoltre, diversi feriti. “Permettetemi di fare una valutazione preliminare, con tutte le precauzioni  – ha detto il sindaco della capitale spagnola – . Sembra che ci sia stata un’esplosione di gas nell’edificio residenziale sopra la parrocchia di La Paloma”, ha spiegato. Un intervento all’interno all’edificio, ha aggiunto, “ne minerebbe al momento la stabilità” e si teme quindi un crollo. Il primo cittadino ha spiegato che le fiamme continuano a propagarsi all’interno del palazzo. Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, segue da vicino la tragica vicenda.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button