"
Viaggi

I cinque luoghi più Instagrammabili d’Europa: angoli mozzafiato e strappalike

Il viaggio all'epoca dei social

Non dovrebbe sorprendere che in un’epoca digitale come la nostra tantissimi viaggi vengano programmati in base all’Instagrammabilità dei luoghi. I forestieri vanno alla ricerca degli angoli nascosti e di location mozzafiato, quelle che quando appaiono nel feed di Instagram dei follower generano reaction immediate e messaggi di apprezzamento in direct. Un linguaggio che sembrerebbe snaturare il fine ultimo del viaggio: conoscere e vivere appieno l’avventura senza distrazioni. Lo scopo di una vacanza è tagliare i ponti con la quotidianità e vivere una realtà alternativa, anche se per poco. In verità, esiste una seconda prospettiva: la condivisione delle proprie emozioni e l’idea di trasmetterle tramite i social potrebbe anche arricchire l’esperienza.

Certo, si dedica molto più tempo a foto, filtri, luci e pose, ma mostrarle in tempo reale a chi si trova dall’altra parte del mondo può rappresentare un modo per rendere speciale quell’evasione della realtà e può ricordare agli altri che esiste un mondo che aspetta solo di essere scoperto. Ecco quindi per gli appassionati di viaggi Instagrammabili cinque luoghi da visitare assolutamente.

I cinque luoghi più Instagrammabili d’Europa

 

  1. Parigi. potrà sembrare banale, ma la capitale francese è per antonomasia la città più magica e romantica d’Europa. In coppia, in solitaria o con un gruppo di amici che sia, Instagram e Parigi viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda. Lo ha dimostrato anche Netflix con l’acclamata serie Emily in Paris; ovunque la protagonista posi lo sguardo nota qualcosa che merita di trasformarsi un tassello del suo feed di Instagram. Champs-Élysées, Torre Eiffel, Montmatre, l’Arco di Trionfo, Notre Dame, la Basilica del Sacro Cuore, Pont de Bir-Hakeim e i giardini di Trocadéro. Parigi è una fonte inesauribile di soggetti Instagrammabili.
  2. Roma. Giocare in casa è sempre un piacere e non sarà una novità leggere che la capitale Italiana sia tra le più fotografate al mondo. Nella città Eterna confluiscono il mistero della sua antichissima storia passata, dai fasti dell’Impero alla caduta, la movida giovanile del nostro secolo, la bellezza dei musei, delle chiese e dei parchi che si estendono per chilometri, degli scorci imperdibili sulla città all’alba e al tramonto. I tetti di Roma sono iconici e meritano un posto nella vostra gallery personale.
  3. Lago di Braies. Un luogo distopico, a tratti surreale, per quanto sia perfetto. Chi davvero impiega tutte le proprie energie per lo scatto impareggiabile può, catturando il Lago di Braies nel proprio obiettivo fotografico, coglierne e imprigionarne l’atmosfera. Una sfida difficile considerando che negli ultimi anni il lago è stato una delle mete più social d’Italia, ma perché rinunciare?
  4. Dublino. C’è un motivo se Dublino è stata raccontata da tanti autori e dipinta da altrettanti pittori: è una città incantata. Ogni corner, ogni mattoncino, ogni struttura descrive ancora quel passato tanto decantato; preparate i filtri, questa città vi permetterà di utilizzarli tutti.
  5. Copenaghen. Chi cerca i colori, la meraviglia e desidera emozionarsi ed emozionare non può rinunciare ai paesaggi di Copenaghen. Imperdibile il porto con i suoi riflessi e le sue atmosfere: uno scatto del genere può fruttare centinaia di like e commenti. Decisamente Instagrammabile.

 

Viviana Gaudino

Nata e cresciuta a Napoli, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne alla Federico II, si è trasferita a Roma dove ha studiato Editoria e Scrittura alla “Sapienza” e ha portato a termine il percorso con lode. La grande passione per i libri e la letteratura l’hanno spinta a portare avanti il progetto di entrare nel mondo dell’editoria e della comunicazione: ha infatti partecipato al master “Il lavoro editoriale”, promosso dalla Scuola del libro di Roma, e a numerosi workshop improntati sulla stesura e la correzione di testi. Dopo svariate esperienze come Redattrice, Editor e Social Media Manager è approdata nella redazione centrale Velvet Mag.
Back to top button