"
Sport

Coppa Italia, Inter in semifinale. Ferrari, il debutto di Sainz. Super Bowl: per la prima volta una donna arbitro

Milan sconfitto nel derby della Madonnina mentre a Fiorano continuano le prove piloti

Coppa Italia, si avvicina il culmine del torneo. L’Inter si è qualificata alle semifinali battendo 2-1 il Milan nel derby della Madonnina del 26 gennaio. Ad attendere i nerazzurri adesso ci sarà la vincente tra la Juve e lo Spezia. Rossoneri avanti al 31′ con un gol di Ibrahimovic. Nella ripresa svedese espulso al 58′ per doppia ammonizione. Pareggio su rigore di Lukaku al 70′ e quindi il raddoppio su calcio di punizione di Erikssen al 98′.

Lo scontro Ibra-Lukaku

Un derby ad altissima tensione, soprattutto per Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic. Negli ultimi minuti del primo tempo i due attaccanti si sono scontrati in occasione di un calcio di punizione per i nerazzurri. Un testa a testa in cui alcune offese dello svedese hanno scatenato la reazione del belga interista, trattenuto a fatica dai compagni. Una reazione veemente che ha portato anche l’arbitro Valeri a fischiare la fine del primo tempo con un minuto di anticipo. E al fischio di Valeri, Lukaku ha nuovamente cercato Ibrahimovic prima di rientrare negli spogliatoi, venendo fermato prima dal difensore rossonero Tomori, poi da alcuni compagni come Barella e anche dallo staff tecnico interista.

La Rossa in pista

Oggi 27 gennaio è il giorno di Carlos Sainz in casa Ferrari. Sul circuito di Fiorano il nuovo pilota del Cavallino si è messo per la prima volta al volante della rossa sul circuito. Lì, da lunedì scorso 25 gennaio, sono in corso i test in vista del Mondiale 2021. Come già accaduto per Charles Leclerc – anche lui ha ripreso confidenza con la monoposto -, a 44 giorni dall’ultimo gran premio del 2020, anche Sainz gira sulla SF71H del 2018, e lo farà anche domani mattina 28 gennaio. Domani sarà la giornata di Mick Schumacher, il giovanissimo figlio di Michael che quest’anno correrà il mondiale con la Haas.

Benvenuta Sarah Thomas

E si avvicina una svolta storica nel mondo sportivo americano. Per la prima volta una donna sarà arbitro al Super Bowl. Sarah Thomas dirigerà la gara per la 55ª finalissima del campionato della National Football League (NFL): il football americano. La competizione, la più popolare in assoluto degli Stati Uniti, si svolgerà il prossimo 7 febbraio a Tampa, in Florida. Sarah Thomas sarà giudice di down nel team di otto arbitri che officerà quello che è considerato uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo. Thomas, 46 anni, è diventata ufficialmente arbitro NFL nel 2015. Il suo ruolo è quello di down marker, ossia l’ufficiale di campo che si occupa di posizionare con esattezza millimetrica la catena che indica le 10 yard da guadagnare per conquistare un primo down. La nomina della Thomas è arrivata in concomitanza con l’insediamento del presidente Joe Biden, con Kamala Harris come primo vice presidente donna e di colore.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy