"
LifestylePrimo piano

Armani Privè Haute Couture 2021: il tributo di Re Giorgio a Milano

A Palazzo Orsini va in scena la presentazione nel calendario della Paris Fashion Week

Le collezioni Haute Couture sono quelle che raccontano il percorso di Giorgio Armani, il suo senso della libertà, l’indipendenza dai gusti del momento. La collezione Armani Privè Haute Couture 2021, che viene presentata per la prima volta a Palazzo Orsini, il cuore dell’Atelier di alta moda, in via Borgonuovo 11 a Milano, nel quadrilatero della moda, dove gli abiti nascono e prendono forma, rende omaggio alla città di Milano. La città meneghina, infatti, ha accolto nel lontano 1949 Giorgio Armani e gli ha elargito il successo internazionale.

Milano ed Armani si sono sempre influenzati a vicenda: ognuno ha lasciato sull’altro un’impronta forte e indelebile. La scelta di rendere la capitale della moda protagonista della nuova collezione, Armani Privè Haute Couture 2021, è stata quindi naturale e spontanea ed il titolo che ne consegue non può essere niente di più chiaro. “In Omaggio a Milano” è infatti il nome dell’ultima fatica firmata dall’indiscusso Re della Moda. 

armani privè 2021

Armani Privè Haute Couture 2021: un inno all’eleganza senza tempo

Giorgio Armani avrebbe voluto sfilare a Palazzo Orsini circondato dall’affetto e dal calore del suo fedele pubblico. Viste le restrizioni, l’evento è diventato digitale, ma non ha perso la sua carica emotiva. “La Couture è radicata nella storia della moda. Rappresenta l’apice della creatività e dell’abilità sartoriale ma è un mondo disponibile solo per pochi. Oggi, per mezzo della democrazia di Internet, siamo in grado di offrire un posto in prima fila a tutti.”, afferma Giorgio Armani.

E’ un racconto di bellezza e speranza quello che Armani mette in scena grazie alla collezione Privè

Re Giorgio rende omaggio alla sobrietà della città meneghina, uno stile che va al di là del tempo e delle stagioni. Appaiono le immancabili giacche della Maison dalle sapienti costruzioni, che hanno reso celebre la Maison nel mondo, e gli abiti impalpabili e fluttuanti per un’eleganza che non è mai ostentata, ma solo sussurrata. Perchè la raffinatezza è data anche da un giusto gioco di proporzioni, così come ci ricorda la nuova collezione Armani Privè Haute Couture 2021.

Un riconoscimento a quello che Milano può ancora essere, cioè un’isola di eleganza e pacatezza, di bellezza non esibita. L’altro giorno guardavo le strade di Milano vuote, senza gente e pensavo: “che bei palazzi, che eleganza”. Parigi ammalia con i suoi stucchi dorati, New York è vittima del suo esibizionismo. A Milano invece si può camminare per strada e osservare quello che c’è attorno e scoprire aspetti nuovi e sorprendenti”, afferma il designer ai pochissimi giornalisti intervenuti all’evento. Con un atto di amore per la città, lo stilista ha scelto e continua a scegliere Milano, come luogo in cui vivere e soprattutto come modo di vivere.

armani privè 2021

Giorgio Armani, grazie alla collezione Armani Privè Haute Couture 2021, riporta l’Alta Moda a Milano dopo anni di defilé a Parigi

Armani è stato il primo a capire che la pandemia avrebbe trasformato le nostre vite, decidendo coraggiosamente un anno fa di sfilare a porte chiuse. Per la prima volta il creativo porta la sua Haute Couture nella sua Milano, ora ferita. E alla città d’adozione lo stilista dedica concretezza e sogno del suo lavoro d’alta moda.

La decisione è scaturita sicuramente dal desiderio di valorizzare l’unicità e sostenere la qualità dell’eccellenza del Made in Italy, restituendo alla città un ruolo di prestigio internazionale. Per la prossima stagione Primavera/Estate di Armani Privè Haute Couture 2021 la palette cromatica vira dal rosso magenta al verde acqua, al blu di prussia e cobalto, fino al grigio e all’onnipresente greige Giorgio ArmaniLa nuance dall’eleganza intramontabile che accompagna la celebre Casa di Moda italiana sin dalla sua nascita.

Sui capi risplende il bagliore improvviso di microcristalli e paillettes, che rivelano l’esercizio di abilità artigianale e l’accuratezza nell’esecuzione delle petits mains dell’Atelier. Questo desiderio di perfezione trasmette alle giovani generazioni l’estetica profonda e la magia dell’espressione più alta della moda. 

Palazzo Orsini, l’Atelier della Maison Armani Privè dove le clienti si recano per scegliere gli abiti più preziosi, si è trasformato in set della sfilata

Gli interni neoclassici e gli affreschi settecenteschi di Andrea Appiani e Giovanni Antonio Cucchi, dell’elegante palazzo d’epoca, rispecchiano perfettamente lo stile ed il savoir faire italiano. Grazie alla collezione Armani Privè Haute Couture 2021 si mostra il lavoro di un racconto moderno dove lunghi abiti scintillanti si indossano con un basco in tinta e con i capelli rigorosamente raccolti. C’è una sperimentazione nel gioco dei colori, nelle pieghe, nelle pietre che illuminano sete e velluti lussuosi. Le lavorazioni sono, come sempre, sofisticate così come richiede l’heritage della Maison, ma al contempo traspare un messaggio di libertà e di indipendenza in pieno stile Armani. 

Re Giorgio non si è mai fatto prendere dai facili e dagli effimeri entusiasmi della moda del momento e festeggia proprio quest’anno quindici anni di alta moda

Per la nuova collezione Armani Privè Haute Couture 2021 il designer propone abiti improntati sulla luce. E’ forte quindi il messaggio di ottimismo lanciato dal couturier, ma anche quello di bellezza e gentilezza. Proprio in un particolare periodo in cui bisogna fare attenzione sempre di più alla terra che ci ospita e all’intero all’ecosistema. Non a caso chiude la sfilata il meraviglioso abito blu cobalto di tulle di corteccia che ha richiesto ben tre mesi di lavoro. Una lezione di grande alta moda italiana.

armani privè 2021

ph. credits: Armani

Leggi anche: Valentino Haute Couture Spring/Summer 2021: Pierpaolo Piccioli sfila a Palazzo Colonna

 

 

 

 

 

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button
Privacy