LifestylePrimo piano

La poltrona Nemo di Driade nella serie tv Lupin: è un successo mondiale

L'icona del design disegnata da Fabio Novembre per Driade nel 2010

L’iconica Nemo di Driade, la testa-poltrona che vissuta dall’interno è come una maschera che cela l’identità e contemporaneamente rivela il suo abitante, appare nel momento clou della serie televisiva Netflix dell’amato Lupin. Il rocambolesco personaggio raccontato in un romanzo di successo mondiale da Maurice Leblanc nei primi del Novecento. La Nemo, grazie alla sua silhouette ed al design estremamente inusuale e affascinante, diviene elemento significativo e integrante della scena.

La Nemo di Driade è la poltrona disegnata da Fabio Novembre nel 2010, diventata in fretta un’icona del design internazionale

Il progetto è stato commissionato all’interno dell’iniziativa di Driade volta a festeggiare i cinquanta anni dell’azienda, con una serie di arredi-scultura, alcuni dei quali prodotti in edizione limitata.‎ L’artista ha voluto, grazie a questa poltrona, accostarsi al vivere umano, mettendo al centro la figura dell’essere umano. La poltrona Nemo di Driade infatti è realizzata a stampo con un monoblocco in polietilene fisso o girevole. In questa opera/scultura è scavata e riprodotta un’intera maschera umana, con espressione quasi gelida, ma molto accattivante. La poltrona Nemo di Driade è perfetta sia per interni che per esterni.

Nemo nera diagonale

Una figura attualizzata portandola all’essenziale, quasi all’astrazione.‎ La poltrona, che non a caso sembra una scultura, cela e allo stesso tempo rivela la presenza di chi ci è seduto, un’opera d’arte che arreda lo spazio e gli dona carattere.‎ La poltrona Nemo di Driade è disponibile nelle varianti di colore bianco, nero, grigio, rosso e denim.

Le versioni nero e rosso sono disponibili anche con finitura laccata o con verniciatura effettuata con resina d’acqua e polvere di metallo (color ferro, rame o ottone) e finitura lucida o opaca.‎ La poltrona può essere usata sia in interno che in esterno, ma solo nella sua versione fissa.‎ La Nemo viene oggi realizzata in materiali ecosostenibili e in una vasta palette di colori che vanno dal bianco, rosso, beige, oro e molti altri.

La poltrona Nemo di Driade nera si addice perfettamente al personaggio Lupin e alla sua storia raccontata in cinque puntate su Netflix

Questa poltrona sembra davvero raccontare la filosofia del ladro gentiluomo: infatti la teatralità di questa maschera di grandi dimensioni consente di nascondersi, di proteggersi e di appartarsi in un luogo segreto. Gli occhi permettono di vedere senza essere visti. “La poltrona Nemo è un oggetto di design contemporaneo che sta riscuotendo un rinnovato successo a dieci anni dalla sua nascita. Un volto dalle sembianze classiche e dalla bellezza universale e mitizzata. Lo scorso autunno abbiamo lanciato il progetto Nemo Omni. Un’istallazione volta a supportare lo scambio tra le diverse culture nel salotto di Milano tra via Monte Napoleone e via Manzoni. Il consenso del pubblico è stato grande” afferma Giuseppe Di Nuccio, Amministratore Delegato di Driade, che continua: “Oggi siamo felici che questo meraviglioso oggetto di design divenga icona di un evento cinematografico tanto acclamato in tutto il mondo.

Arsenio Lupin è impresso nella memoria collettiva come il fuorilegge in giacca e cravatta capace di mettere a segno furti impossibili

L’astuto personaggio si muove grazie ai suoi complici Jigen e Goemon. Nella storia non manca una bellissima presenza femminile: Fujiko, la fidanzata di Lupin. La serie firmata Netflix è ambientata a Parigi ed ha come protagonista Omar Sy. La scelta dell’attore francese di origine senegalese sottolinea un cambiamento netto rispetto alla rappresentazione del personaggio, che ha sempre avuto tratti europei. E’ la volontà di affermare che tutti devono poter immedesimarsi nelle avventure di Lupin, indipendentemente dalla razza e dal colore della pelle. La scelta della poltrona Nemo di Driade di colore nero non fa che rafforzare ancora questo bellissimo messaggio positivo e di inclusività.

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button
Privacy