"
Showbiz

Britney Spears ai suoi detrattori: “datevi una calmata!”

Non sono le parole precise che Britney Spears ha detto a chi l'ha accusata di ballare male nel suo ultimo video, ma il senso era proprio questo. "Lo faccio per divertirmi, non sto sempre sul palcoscenico!"

E’ rimasta davvero molto sorpresa Britney Spears nello scoprire il vespaio suscitato da un suo video postato su Instagram. Immagini divertenti di lei che balla scatenata senza pensare al telefonino che la riprende. “Ma stai bene?”, è il tenore dei messaggi. “Qualcuno non si sente imbarazzato guardando queste immagini?”. Insomma, il senso “velato” ma non troppo dei post è stato questo: Britney Spears balla così perché ha problemi psicologici. Invece, a guardar bene tutto il filmato, lei balla così perché è a casa sua e si sta scatenando sulle note di una canzone del suo ex fidanzato Justin Timberlake. E’ in un posto in cui si sente sicura, la sua casa, e non su un palcoscenico. La voce di chi canta le è estremamente familiare. Britney è felice, serena. Per questo non si è messa “in posa”, ma si è comportata in maniera del tutto naturale.

Britney Spears: su Instagram ballo per divertirmi, non sono sempre davanti a una telecamera

 

Così ha risposto mettendo a tacere le malelingue: “Sto cercando di imparare a usare la tecnologia in questa generazione guidata dalla tecnologia. Ma a essere totalmente onesta, non la sopporto molto. Quindi, se i miei post non sono perfetti, pazienza! Li faccio per divertimento. Se pensate che dovrei sembrare come se fossi sulla copertina di una rivista quando ballo a casa mia, beh, scusate, ma non è così”. In poche parole: datevi una calmata, sto a casa mia e non davanti alle telecamere. Sono me stessa, ballo come mi pare, se vi sta bene è così e se non vi sta bene pure.

In effetti c’è troppa pressione su Britney, con i fan che, abituati alle Kardashian, pensano che nei video privati bisogna essere superprefetti come quando si sta facendo pubblicità a qualche prodotto. Invece Britney, che fondamentalmente è rimasta una ragazza semplice, “della Lousiana”, come dice lei, ama apparire “normale” quando non lavora. Tutto questo clamore però le è tornato utile. Il 5 febbraio infatti in anteprima viene presentato su FX e su Hulu un documentario del New York Times intitolato “Framing Britney Spears”. Mostra la battaglia del movimento #FreeBritney, un insieme di fan che chiede al padre di lei, Jamie Spears, di rinunciare alla tutela sui beni della popstar.

Back to top button
Privacy