"
Sport

Marta Bassino, chi è la prima medaglia d’oro azzurra ai Mondiali di sci

Sta per compiere 25 anni e ha cominciato a sciare da piccolissima

Viene dal Piemonte profondo la nuova stella dello sci femminile italiano. Marta Bassino ha trionfato nel gigante parallelo ai Mondiali di Cortina e si è messa al collo la medaglia d’oro. È una specialista del gigante, la 24enne cuneese. Quest’anno, a 25 anni non ancora compiuti – li compirà il 27 febbraio – la consacrazione con la doppietta di Kranjska e il successo nel parallelo ai Mondiali.

Il papà maestro di sci

Ma chi è davvero, e quali sono le sue passioni, l’azzurra che ha regalato ai nostri colori il primo podio in questa rassegna iridata di Cortina? Nata il 27 febbraio del 1996, la 24enne di Borgo San Dalmazzo (Cuneo) ha iniziato a sciare all’età di due anni con suo padre Maurizio, maestro di sci. Il suo primo trionfo iridato è arrivato a livello juniores a Jasná nel 2014 in gigante, la specialità in cui ha ottenuto i suoi più importanti successi.

Il successo di Kranjska Gora

Tesserata per l’Esercito, la sciatrice piemontese si è messa al collo anche un bronzo ai Mondiali di Are 2019 nella gara a squadre. In coppa del mondo ha già conquistato 17 podi, comprese 5 vittorie tutte ottenute in gigante. A gennaio di quest’anno l’exploit sulle piste di Kranjska Gora, in Slovenia, con due successi in due giorni. Una doppietta che l’ha proiettata al comando della classifica di specialità.

Hobby e passioni

I suoi principali hobby sono la lettura e le escursioni in montagna. Ama passare quanto più tempo possibile con famiglia e amici e qualche volta andare in moto. Quanto alle vacanze, “assolutamente al mare”, spiega sul sito, “ben lontana dall’odiato-amato gelo del suo ‘ufficio'”.

La rimonta mancata

Per quanto riguarda la giornata di oggi 18 febbraio si registra purtroppo l’assenza di Marta dal podio. La svizzera Lara Gut-Behrami, 29 anni, già incoronata nel superG, ha vinto il gigante dei Mondiali di sci alpino a Cortina d’Ampezzo. Terza al termine del primo round, la svizzera ha superato di 2 centesimi l’americana Mikaela Shiffrin, che ha fatto segnare il miglior tempo nella prima manche, e l’austriaca Katharina Liensberger, terza a 9 centesimi. Marta Bassino è invece rimasta fuori dal podio dello slalom gigante. Non è infatti riuscita all’azzurra la rimonta, dopo il 15º posto della prima manche.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button