"
MusicaPrimo piano

Vasco Rossi e gli auguri a Faber: «Ti ricordi quando ci siamo conosciuti?»

In occasione della data di nascita di De André, Blasco pubblica una lettera di Dori Ghezzi

Vasco Rossi ha omaggiato l’amico Fabrizio De André in quello che sarebbe stato il giorno del suo compleanno. Nato il 18 febbraio del 1940, Faber oggi avrebbe compiuto 81 anni. Blasco, di poche parole ma sempre puntuali, gli ha dedicato un ricordo personalissimo sul suo account Instagram ufficiale. Poche righe accompagnate dall’emoji di un cuore blu, «Il 18 febbraio 1940 nasceva Faber», per poi tirare fuori dal cassetto un aneddoto raccontato da qualcun altro: Dori Ghezzi.

Vasco Rossi ha condiviso un ricordo prezioso per lui, e forse ancor di più per i fan, tanto i suoi quanto quelli di Faber. Lanciando un pensiero d’auguri per l’amico ormai scomparso, ha poi reso pubblica una lettera ricevuta da parte di Dori Ghezzi, introdotta da un commento che, come sempre nel suo caso, ha il sapore della frecciata diretta ad alcuni e della sincera gratitudine verso altri: «...Quando sei in difficoltà gli amici che si ricordano di te sono sempre pochi».

Il ricordo di Dori Ghezzi su Faber e Vasco

Ecco allora la lettera che Dori Ghezzi – in una data non precisata – gli aveva scriveva ricordando il primo incontro tra lei, De André e Rossi: «Caro Vasco, ti ricordi quando ci siamo conosciuti? Tu addirittura sostieni negli anni Settanta, in occasione di alcuni concerti emiliani miei e di Fabrizio. Io invece ricordo nel 1980, a Bologna, durante una serata benefica a favore dei terremotati irpini. A dire il vero, sembrava che il terremoto avesse travolto anche te, e la tua espressione chiedeva soccorso».

Erano gli anni in cui Vasco veniva immolato alla causa di un’opinione pubblica benpensante come esempio sbagliato di una vita sregolata, e insieme conquistava la fama da rocker italiano che nessuno riusciva ad ottenere in Italia. «Fabrizio e io avevamo già avuto modo prima d’allora di ascoltarti e ammirarti, certi di trovarci di fronte a un indiscutibile talento. E allora… come tu hai detto: “Mi hanno telefonato Fabrizio e Dori e sono venuti a trovarmi a casa mia in un momento in cui ero visto generalmente male. È stato un rapporto non di frequentazione continua ma veramente di affetto: va detto che mi hanno voluto bene in un momento in cui non mi voleva nessuno”. E ancora oggi so che tu ci sei per noi. Dori Ghezzi».

Back to top button