"
Sport

Prada Cup, trionfo di Luna Rossa: ora è in finale di Coppa America contro New Zealand

Dopo 20 anni il grande ritorno per una sfida che sarà memorabile

Semplicemente immensi. Il team di Luna Rossa ha vinto in Nuova Zelanda la Prada Cup di vela, la finale degli sfidanti per l’America’s Cup. La squadra italiana si è aggiudicata le ultime due regate, sconfiggendo complessivamente per 7-1 i britannici di Ineos. Adesso è finalissima dell’America’s Cup contro i detentori del titolo: il team New Zealand.

Italia per tre volte in finale

È la terza volta in assoluto che uno scafo italiano riesce a conquistare la finale del trofeo sportivo più antico del mondo. Nel 1992 a fare la storia fu il Moro di Venezia a San Diego. Nel 2000 la stessa Luna Rossa, in Nuova Zelanda.

Battaglia all’ultimo secondo

Il campo A è stato quello prescelto per disputare le due regate in programma, con previsioni di vento leggero da nord/nord-est, tra i 9 e i 12 nodi di intensità, racconta Rai Sport. Nella prima regata entrambe le barche partono sulla linea in perfetto timing, con un leggero vantaggio degli inglesi sottovento, che si spingono fino al boundary di sinistra. Luna Rossa li segue in marcatura stretta, entrambe le barche virano rimbalzando sul lato destro del campo.

Il 6 marzo la grande sfida

Luna Rossa appare più veloce e rapida delle manovre, già a metà della prima bolina passa in controllo. Un brutto giro di boa degli inglesi al secondo gate, porta Luna Rossa a mettere ancora altri metri di distanza. Il resto della regata prosegue in controllo sull’avversario e finisce con un distacco di 1.45 secondi. Nella seconda prova Luna Rossa prende una penalità per aver attraversato la linea un secondo prima dello 0, per cui secondo la regola, per scontarla deve rallentare in modo da perdere 50 metri. La prima bolina è un testa a testa che si trasforma in un vantaggio di 12 secondi già nel primo gate, il resto è solo la replica della precedente regata, Luna Rossa chiude con 0.56 secondi davanti al team inglese. Con queste due magistrali vittorie il team diventa lo sfidante per la 36ª America’s Cup, che inizierà il 6 marzo ad Auckland.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button