Milano Fashion Week: Morfosis FW 2021/2022 “Le mode passano, il bello resta” [ESCLUSIVA]

Alessandra Cappiello presenta Imperfezioni 7 Woman Collection

Prende il via la Milano Fashion Week donna 2021 ancora in digitale a causa delle restrizioni covid-19. Le maison mostrano le loro collezioni attraverso le piattaforme dedicate, sui loro siti istituzionali e sui i propri canali social. Fra le presentazioni nel calendario della giornata del 24 febbraio 2021 troviamo il brand Morfosis della talentuosa designer Alessandra Cappiello. La maison presenta la collezione del prossimo autunno/inverno 2021/2022 presso lo show-room milanese di Livia Gregoretti e dal 25 febbraio al White Show Milano sempre in versione digitale. Morfosis FW 2021/2022 è un elogio al potere delle interrelazioni umane e della bellezza che viene dalla nostra eredità, dalla nostra storia, dall’arte dell’Italia e di Roma. “Il bello è buono. Le mode passano, il bello resta. Il bello è essenziale per non morire di noia e tristezza, genera empatia, è nutrimento e salvezza dell’anima”, afferma la designer Alessandra Cappiello in esclusiva per Velvet Mag. 

Morfosis FW 2021/2022: il vero lusso è il tempo di concedersi qualcosa per sé

Il brand Morfosis sfila sulle passerelle di tutto il mondo da Roma, a Milano, a Tokyo, a Parigi fino a Riga. La maison vanta importanti collaborazioni con star internazionali come Madonna, Katia e Marielle Labeque e la violista Viktoria Mullova. La forma incarna l’idea. L’abito è la forma dell’idea. La scelta del nome Morfosis è legata al significato della parola: la forma quale sintesi e evoluzione di intuizioni. La metamorfosi è vista come un modo individuale di interpretare uno stimolo visivo, di indossare e concettualizzare un capo. Nella nuova collezione Morfosis FW 2021/2022 c’è la voglia di unire la ricercatezza ed il confort. Un lusso che è fatto più di momenti che di cose materiali. Il tempo di concedersi qualcosa di bello per sé, lo splendore di un’artigianale capacità e delicata nonchalance di pezzi intensamente facili vanno di pari passo nella collezione Morfosis pensata per ricominciare ad emozionarsi, scambiarsi magia, ricordarsi desideri e risvegliare i sensi nella vita di tutti giorni.

 

Il commento in esclusiva per Velvet Mag di Alessandra Cappiello, Direttore Creativo di Morfosis:

Nell’immaginare la nuova collezione Morfosis FW 2021/2022 siamo partiti nel momento di stasi, dovuto al covid-19, ma al contempo anche dalla certezza e dal desiderio di ritrovarsi per scambiare quella magia che soltanto le donne tra di loro riescono a ricreare. C’è una grande voglia e desiderio di bellezza in questo momento. La bellezza serve per non abbrutirsi in questo momento così triste. La bellezza genera empatia, una sensazione di nutrimento e di salvezza dell’anima.”, dichiara in esclusiva a Velvet Mag Alessandra Cappiello. 

Ed ancora: “Con questa collezione abbiamo pensato di donare a tutte le donne qualcosa che le facesse stare bene. Kalòs kai agathòs, il “bello e buono” e il possesso di tutte le virtù come affermavano i Greci. Il senso estetico unito a quello etico. E’ una collezione pensata per emozionarci, per risvegliare i sensi che si stanno appassendo. E’ una donna che ama vestirsi in primis per piacere a se stessa, una figura che si muove in assoluta libertà, in grado di immergersi in un glamour non calcolato, che possa giocare nei dettagli. Abbiamo mescolato materiali preziosi, ricercati a tessuti sostenibili. E’ una donna che ama vestirsi bene ogni giorno e fa diventare straordinario l’ordinario”, afferma in esclusiva a Velvet Mag la Cappiello. 

Morfosis FW 2021/2022: protagonisti i tessuti morbidi e i colori tenui

Le collezioni Morfosis molto spesso sono state definite come prêt-à-couture: vestibilità e mood sono tipiche del prêt-à-porter: dettagli invisibili, orli, fianchi interni ben rifiniti, accessori, materiali pregiati si uniscono a tecniche di lavorazione haute couture. Nella nuova collezione Morfosis F/W 2021/2022 i tessuti sono morbidi, caldi, avvolgenti, preziosi come l’alpaca, la pura seta, la vera pelle che si intrecciano a materiali confortevoli come l’elegante jersey, la viscosa e il modal. C’è un mix di tessuti che crea comunque eterogeneità nei looks. I colori sono morbidi ma sicuri, le fantasie floreali dotate di personalità esclusiva sono accompagnate dalla pelle. Sono colori tenui ma in grado di risvegliare i sensi dal torpore di giornate statiche e monotone. Le leggere imbottiture di piume d’oca riscaldano, le piume di struzzo soffiano e punteggiano le superfici come fossero spunti di nuova energia. Tra i capi must il gilet senza maniche perfettamente indossabile in casa per essere al contempo comode e raffinate.

Gli abiti della collezione Morfosis FW 2021/2022 accompagnano così la donna in un nuovo territorio di libertà dove sentirsi unica

Qui il vestirsi è per piacere a sé stesse, ci si immerge in un salvifico glamour non calcolato e si può giocare con accorgimenti preziosi che diventano sostanza. Sempre nella continuità con l’artigianato, la manualità e la preziosità di una volta, la ricerca dei dettagli dei materiali sono il frutto della collaborazione con i migliori artigiani e atelier europei e tendono all’obiettivo di un prodotto finale mai scontato, non omologato dove ogni elemento si fonde e si esalta in modo esclusivo e originale facendosi eleganza. Tutto rigorosamente prodotto secondo gli standard europei, con attenzione alla sostenibilità e confezionato in laboratori artigianali italiani.

I capi Morfosis, completamente Made in Italy e di tradizione sartoriale, sono pensati quale inevitabile espressione personale. Le tavole di Rorschach, le espressioni del panorama multiforme naturale, unitamente al lavoro di icone di eleganza come Elsa Schiaparelli e Madeleine Vionnet, sono una continua fonte di ispirazione, che, contaminandosi danno vita a sintesi stilistiche dal twist contemporaneo e dall’appeal femminile. Il brand è attualmente distribuito in Giappone, USA, Egitto e Regno Unito.

Leggi anche: Alessandra Cappiello, Morfosis: “La mia donna dal glamour non calcolato, imperfetta ed unica” [INTERVISTA ESCLUSIVA]

Exit mobile version