LibriPrimo piano

In libreria: “Le nostre verità”, di Kamala Harris

L'autobiografia della prima vicepresidente donna della storia americana

È la prima vicepresidente donna della storia degli Stati Uniti, Kamala Harris. Un record che non è soltanto personale ma anche e soprattutto politico e sociale. Un evento, in qualche modo. Una realtà che la democrazia americana ha portato e che potrà diventare fonte di ispirazione per molte donne e per molti popoli. Kamala Harris, figlia di due attivisti per i diritti civili immigrati in America, è cresciuta a Oakland, California. In una realtà molto attenta alla giustizia sociale. Mentre si affermava come uno dei leader politici più influenti del nostro tempo, la sua storia personale restava la fonte di ispirazione per affrontare problemi complessi prendendosi cura di chi non aveva mai ricevuto attenzione.

Verità per parlare ai popoli

In Le nostre verità, Kamala Harris parla di sé affronta le sfide del nostro tempo. Attinge agli insegnamenti e alle intuizioni conquistate durante la sua carriera, grazie all’esempio di coloro che l’hanno maggiormente ispirata. E racconta la sua visione, un impegno quotidiano fondato sulla difesa di obiettivi e valori condivisi. La storia della vicepresidente americana è raccolta in un libro per guardare alle verità che ci uniscono. E per imparare a difenderle. Kamala Harris ha cominciato la sua carriera nell’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Alameda, quindi è diventata procuratore distrettuale di San Francisco. Come procuratore generale della California ha perseguito gruppi criminali internazionali, grandi banche, compagnie petrolifere e università private. E si è opposta agli attacchi diretti contro l’Obamacare (la riforma del sistema sanitario del presidente Obama).

Si è inoltre battuta per ridurre l’assenteismo nelle scuole elementari. Ha aperto la strada alla prima divulgazione a livello nazionale di informazioni sulle disparità razziali nel sistema giudiziario penale. Quindi ha introdotto corsi di formazione sui pregiudizi per gli agenti di polizia. È stata la seconda donna di colore a diventare esponente del Senato americano, e la prima donna, la prima persona di colore, la prima indo-americana a essere nominata vicepresidente Usa. Kamala Harris ha lavorato per riformare il sistema di giustizia penale degli Stati Uniti, aumentare i salari minimi, rendere l’istruzione superiore gratuita per la maggior parte degli americani e tutelare i diritti dei rifugiati e degli immigrati.

Kamala Harris libro Le nostre verità

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy