Sport

Calcio: Milan ko col Napoli, Inter verso lo scudetto. America’s Cup: ora Luna Rossa deve inseguire

I nerazzurri si portano a 9 lunghezze sopra i "cugini" inseguitori

Dopo la sconfitta del Milan, espugnato per 1-0 a San Siro dall’altalenante Napoli di Rino Gattuso, per l’Inter è fuga scudetto. La capolista è a +9 punti sui cugini rossoneri e a +10 punti sulla terza in classifica: la Juventus di Cristiano Ronaldo. I rossoneri vanno ko nel posticipo della 27ª giornata. Il big match viene deciso dal gol di Politano, che al 49′ va a segno con un diagonale “sporco” di destro dopo una rapida ripartenza dei partenopei. Il Milan reagisce e spreca più di un’occasione: Leao, in particolare, ha a disposizione un pallone d’oro a metà ripresa ma davanti ad Ospina non trova il tempo per la battuta.

Napoli in corsa Champions

Nel finale i rossoneri reclamano un rigore per un contatto tra Bakayoko e Theo Hernandez, che va a terra sull’intervento dell’avversario. Il contatto lieve c’è, per l’arbitro Pasqua non c’è penalty nemmeno dopo il controllo al Var. La sconfitta tiene fermo il Milan a 56 punti e il gap dall’Inter, capolista a 65 punti dopo il successo per 2-1 sul campo del Torino, sale a 9 lunghezze. Il Napoli, a quota 50, è quinto in classifica e in piena corsa per un posto nella prossima Champions League.

Coppa America, New Zealand avanti

Sul fronte della vela italiane non arrivano buone notizie dall’altro capo del mondo. Luna Rossa resta all’asciutto e chiude sotto di 5-3 contro New Zealand la quarta giornata di regate per la finale di Coppa America. Il “defender” del trofeo (New Zealand) fa bottino pieno. Intansca, cioè, due punti che potrebbero rivelarsi di fondamentale importanza nel cammino verso la vittoriosa difesa del trofeo sportivo più antico della storia.

Le energie per la riscossa

Ma non disperiamo. Luna Rossa è forte e lo sta ampiamente dimostrando. Certo, i padroni di casa hanno dalla loro una maggiore conoscenza dei fattori ambientali, climatici e del tipo di barche che hanno scelto per questa campagna di Coppa America. Diverse, nella sostanza, le due sconfitte maturate il 14 marzo nel mare australe. Non sono mancati i colpi di scena nel golfo di Hauraki, dove si è cominciato con 11 nodi di vento e si è finiti a 7 nodi d’intensità. New Zealand ha regalato il primo sorpasso, dopo che Luna Rossa era partita bene nella prima sfida, mentre nella seconda ha regalato un clamoroso ribaltone che avvicina i neozelandesi alla riconquista della Coppa America. I giochi non sono ancora finiti. Guai a mollare adesso.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy