"
Sport

Real-Atalanta: i bergamaschi cercano l’impresa. Coppa del Mondo di sci: l’Italia tifa Goggia

La squadra di Gasperini può rimontare lo 0-1 dell'andata

Nella sfida Real Madrid-Atalanta di Champions League, in programma questa sera alle 21, gara di ritorno degli ottavi di finale, la banda Gasperini è chiamata all’impresa. I bergamaschi dovranno rimontare lo 0-1 subito a Bergamo tre settimane fa. Servono almeno due gol e una gara offensiva, ma “non a testa bassa” come ha sottolineato il tecnico. “Sicuramente non snatureremo il nostro modo di giocare, ma metteremo in campo quello che abbiamo sempre messo. Cioè quello che ci ha permesso di arrivare fino a questo punto della competizione. Abbiamo preso delle batoste anche in Champions, ma non abbiamo mai pensato di cambiare la nostra filosofia”.

Un match al cardiopalma

Una rimonta difficile, ma non impossibile. Le merengues di Zinedine Zidane sono parse più volte, quest’anno, tutt’altro che irresistibili. Toccherà ai bomber Muriel e Zapata, ispirati dalle giocate di Pasalic, riportare sulla Terra i Galacticos. In difesa il pericolo maggiore resta il fiuto del gol di Karim Benzema, ma Gasperini se potesse togliere un giocatore a Zizou, farebbe a meno volentieri di Toni Kroos “il punto di riferimento che impone i ritmi dando l’equilibrio giusto”. Ai bergamaschi mancherà lo squalificato Freuler, più Kovalenko non in lista Uefa. In tv il match sarà trasmesso in diretta alle ore 21. A pagamento su Sky Sport 1, canale 201, e Sky Sport 252. Mentre in chiaro su Canale 5. Streaming su Sky Go e Mediaset Play.

Le finali dello sci

E purtroppo c’è l’incubo del maltempo sulle finali di Coppa del Mondo di sci. Ma la nostra Sofia Goggia, pronta a tornare a tempo record dopo l’infortunio del gennaio scorso, potrebbe alzare il trofeo di discesa libera senza nemmeno sudare. Troppa neve, infatti, in Svizzera. E così, dopo che gli operatori hanno inutilmente tentato di ripulire la pista, le uniche decisive prove di discesa donne e uomini delle finali sono state annullate. Alle finali solitamente la Federazione internazionale, la Fis, non modifica il calendario e senza prova non dovrebbe esserci la gara di domani 17 marzo. Le due coppe di specialità verrebbero così assegnate ai due leader attuali, l’azzurra Sofia Goggia e lo svizzero Beat Feuz. Ma, a Lenzerheide – per la Fis ogni regola ha le sue eccezioni – ci sono pressioni per tentare comunque di far disputare prove e gare domani 17 marzo. Ogni decisione, al momento, è stata così rinviata alla riunione dei capisquadra.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy