Sport

Tegola Juve, Bonucci positivo al Covid. Allarme Italia: Azzurri in isolamento

Il difensore infettato si aggiunge ai 4 casi nello staff di Mancini

Leonardo Bonucci è risultato positivo al Covid. Il difensore della Juve ha fatto parte del gruppo dei convocati in Nazionale. Fra gli Azzurri finora si erano registrati quattro casi di positività al Coronavirus: tutti tra membri dello staff del Ct Roberto Mancini. L’Italia ha concluso un primo “giro” di tre partite ravvicinate per il girone di qualificazione ai Mondiali del Qatar 2022. E ha battuto con l’identico risultato di 2-0 tre squadre: Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania. Per il Qatar se ne riparla il 2 settembre, ora invece si avvicina l’Europeo.

Infermeria bianconera

La preoccupazione serpeggia soprattutto in casa Juventus. Non è certo un aiuto affrontare le prossime partite – il derby della Mole col Torino e poi il Napoli di Gattuso – senza Bonucci. Ma è un po’ tutta la difesa a essere in crisi. Anche Demiral è positivo al Covid, Chiellini è infortunato, Buffon è squalificato. E non è chiara ancora la situazione di Szczesny dopo che è scoppiato un focolaio di Covid tra i giocatori della Nazionale polacca.

Tamponi nei rispettivi club

Ma più in generale c’è preoccupazione tra tutti i convocati della Nazionale che comunque al momento sono in isolamento. E saranno sottoposti a tamponi nelle rispettive squadre. Intanto la Uefa potrebbe autorizzare la convocazione di più di 23 giocatori in occasione dei prossimi Europei in programma dall’11 giugno all’11 luglio. Lo hanno richiesto diversi allenatori di fronte ai rischi associati al Covid-19.

“Per l’Europeo più convocazioni”

“La Uefa sta valutando la questione, ma nessuna decisione è stata presa per il momento”, ha detto un portavoce dell’organismo del calcio europeo. A riportare la notizia è il quotidiano sportivo francese L’Equipe, dopo le richieste dei Ct dell’Italia Roberto Mancini, del Belgio Roberto Martinez e di Didier Deschamps per la Francia. I commissari tecnici sono preoccupati dal possibile scoppio di un focolaio Covid nel gruppo durante l’Europeo, con conseguenze gravissime come l’esclusione dal torneo. Sempre secondo L’Equipe, la decisione potrebbe essere formalizzata durante il prossimo Comitato esecutivo del prossimo 19 aprile.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy