Storie e Personaggi

Buon compleanno Alberto Angela: compie 59 anni il divulgatore più amato della Tv

Paleontologo e naturalista è conduttore di programmi celeberrimi

Spegnerà 59 candeline Alberto Angela. Il più noto divulgatore della televisione italiana compie gli anni oggi 8 aprile. Paleontologo e divulgatore scientifico, oltreché “figlio d’arte” (suo padre è Piero Angela), è nato l’8 aprile del 1962 a Parigi. Nel momento in cui papà Piero era corrispondente per la Rai nella capitale francese. Notissimo divulgatore scientifico, dunque, ma anche conduttore televisivo, giornalista pubblicista, scrittore e doppiatore. Alberto Angela è una figura poliedrica, talentuosa e molto conosciuta nella comunità scientifica. Più in generale nel mondo della cultura: la sua fama ha varcato ormai di tempo i confini dell’Italia.

Studi e formazione di un “figlio d’arte”

Dopo il diploma conseguito in Francia, Alberto Angela si è laureato alla facoltà di Scienze Naturali all’Università “La Sapienza” di Roma. Una laurea ottenuta con 110 e lode, più un premio per la tesi. Successivamente, ha continuato gli studi frequentando diversi corsi di specializzazione nei più prestigiosi istituti degli Stati Uniti, come Harvard, la Columbia University e l’UCLA (University of California, Los Angeles), approfondendo la paleontologia e la paleoantropologia. Terminati gli studi, si è dedicato alle attività di scavo in vari siti mondiali come la Tanzania, l’Etiopia, l’allora Zaire, l’Oman e il deserto dei Gobi in Mongolia.

Da SuperQuark a Ulisse

Parallelamente ai suoi scavi ha avviato fin dagli inizi la sua carriera di divulgatore scientifico. L’esordio in tv arriva nel 1990 con un programma in 12 puntate per la Rtsi, la Televisione della Svizzera Italiana, intitolato “Albatros”. Tre anni più tardi il debutto in Rai, nel 1993, su Rai1 con il programma Il pianeta dei dinosauri, condotto insieme a Piero Angela. Alberto Angela è stato successivamente autore di altri programmi come Superquark, Quark Speciale, e Viaggio nel cosmo, sempre su Rai 1. Nel 1997 per Superquark, ricorda SkyTg24, è proprio lui il primo divulgatore con la sua troupe a entrare, subito dopo la scoperta, e a realizzare un servizio televisivo nella più grande tomba egizia mai scavata (KV5, nella Valle dei Re), opera voluta da Ramses II. Tra i suoi programmi di maggiore successo si ricordano inoltre Passaggio a Nord Ovest, Ulisse – Il piacere della scoperta e Meraviglie – La penisola dei tesori, tutte in onda sulla tv di Stato.

Gli hanno dedicato un asteroide

Sposato con Monica, Alberto Angela ha tre figli: Edoardo, Riccardo e Alessandro. Tra gli hobby di Alberto Angela ci sono il nuoto (“Vado in piscina tutte le mattine, prima di lavorare: faccio 60 vasche al giorno”) e la collezione di sabbia da tutto il mondo. A lui sono stati dedicati una rara specie marina, una sorta di piccolo mollusco (il Prunum albertoangelai che vive nei mari della Colombia) e un asteroide (80652 Albertoangela).

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy