Tutto quello che bisogna sapere sull’orgasmo femminile

L'origine, come funziona e perché non è uguale per tutte

Fingete di avere davanti a voi Samantha Jones di Sex and the City mentre chiacchiera amabilmente con le amiche di vecchia data e beve un Cosmopolitan. Scegliete quindi di mimetizzarvi con Charlotte, Carrie e Miranda e fingete di ascoltare le perle di saggezza di Samantha (che no, non tornerà nella serie reboot) riguardo l’orgasmo femminile. Tutti ne parlano, ma forse in pochi sanno definire che cos’è o come raggiungerlo.

Del resto, l’orgasmo femminile è un tema che sta a cuore a moltissimi scienziati che ancora oggi dibattono per capirne l’origine e il funzionamento. Resta infatti ancora da esplorare il perché alcune donne riescano a raggiungere l’orgasmo con più facilità rispetto ad altre e da cosa questo sia dipeso. Quel che è certo è che tutte le donne possono raggiungere l’orgasmo, indipendentemente dall’età.

Che cos’è l’orgasmo femminile e come funziona

Il termine deriva dal greco (“orgasmos”, da “orgao” ovvero “essere in preda al desiderio”) e rappresenta la fase finale della risposta sessuale nell’uomo come nella donna. Quando parliamo di piacere, dobbiamo anche comprendere che quest’ultimo è soggettivo, per cui l’orgasmo non è sempre uguale. Ad esempio, talvolta può avere una durata molto breve, altre volte invece è composto da più contrazioni, breve ma intense; altre volte ancora la sensazione che riceviamo è intensa e può durare di più. Le sensazioni che riceviamo in seguito ad un orgasmo sono diverse e non riguardano semplicemente il corpo, ma anche la mente e le emozioni.

È importante comprendere che non c’è niente di sbagliato nel reagire diversamente dagli altri. Alcune donne, ad esempio, hanno bisogno di una forte stimolazione fisica per raggiungere il piacere, per altre invece è sufficiente un contatto leggero, anche breve. E chi invece non riesce a raggiungerlo? A detta dei sessuologi, è importante evitare una forte pressione psicologica: se raggiungere l’orgasmo vuol dire sottoporsi ad alte fonti di stress, ciò potrebbe sortire un effetto boomerang, allontanando il piacere. Prima di pensare che ci sia qualcosa di sbagliato in voi, cercate di comprendere quello che vi piace e come ottenerlo durante un rapporto sessuale.

Inoltre, secondo alcuni studi, l’orgasmo aiuta a ridurre i dolori del ciclo mestruale (come riporta il saggio The Science of Orgasm) così come aiuta a combattere l’emicrania (secondo la ricerca dell’International Headache Society).

LEGGI ANCHE: Gel igienizzante per le mani: fa bene o no? Benefici e rischi

Exit mobile version