Kendall Jenner, ordine restrittivo di 5 anni all’uomo che stava per spararle: le ultime news

Finalmente Kendall Jenner può tirare un sospiro di sollievo: lo stalker che l'ha minacciata di morte non potrà avvicinarsi a lei per cinque anni

Malik Bowker è uno stalker che ha minacciato Kendall Jenner di morte. Ha raccontato a chi gli stava intorno che le avrebbe sparato appena gli si fosse presentata l’occasione. Ora una giuria del tribunale della Contea di Los Angeles ha ordinato all’uomo di stare lontano da lei per cinque anni. Bowker dovrà stare distante da Kendall almeno cento metri. Non dovrà avvicinarsi nemmeno alla sua casa, al suo lavoro, alla sua macchina. Gli è stato vietato di tentare di ottenere il suo nuovo indirizzo. Infatti Kendall, dopo le minacce, si è stancata della scarsa sicurezza di Beverly Hills e si è trasferita a Calabasas, in un luogo ancora sconosciuto, dove a proteggere le ville dei supervip c’è una sicurezza armata.

Malik Bowker non si potrà avvicinare a Kendall Jenner per 5 anni

Perché, nonostante la security di Beverly Hills sia abituata a tener lontano i fan troppo “calorosi” dalle tenute dei supervip, nulla avrebbe potuto fare nei confronti di Malik Bowker, così determinato nel suo intento che per provare a uccidere Kendall ha addirittura attraversato il paese. E’ stato un detective della polizia di Los Angeles a svelare alla ragazza il piano di Bowker per “farla fuori”. L’uomo, una volta arrivato nella città degli angeli, stava per comprare illegalmente un’arma da fuoco di precisione per sparare prima a lei e poi suicidarsi. In realtà la stessa security di Beverly Hills non è riuscita nemmeno a fermare il ventisettenne balordo entrato nel giardino di Kendall scavalcando il cancello per fare un bagno nudo nella sua piscina. Le guardie giurate sono arrivate giusto in tempo per vederlo togliersi i pantaloni.

Da ora Malik Bowker non potrà avvicinarsi né scrivere con posta ordinaria, posta elettronica, sms, bigliettini vari. Soddisfatta la top model che, causa Covid, non è comparsa fisicamente in udienza in Tribunale ma ha presenziato comunque via telefono. Il suo stalker, invece, non è comparso per niente. E, se l’ordine restrittivo verrà rispettato a dovere, per almeno cinque anni non comparirà da nessun’altra parte in cui ci sia anche lei.

 

Exit mobile version