Sport

Europa League, la Roma all’Old Trafford: sfida al Manchester. Napoli, Spalletti per il dopo Gattuso?

Big match di semifinale in casa dello United per i ragazzi di Paulo Fonseca

La Roma ci prova. Stasera 29 aprile al mitico stadio Old Trafford di Manchester la prima partita della semifinale di Europa League a casa dello United. “Questa partita è contro una grande squadra, forse la favorita per vincere la competizione – ha detto Paulo Fonseca -. Abbiamo preparato bene la gara. Sappiamo che sarà difficile, rispettiamo il Manchester ma abbiamo le nostre ambizioni”.

I tifosi a Trigoria a spronare la squadra

“Non sempre arriviamo in una semifinale. Capiamo l’importanza del momento – ha aggiunto commentando il saluto dei tifosi alla squadra prima della partenza da Trigoria -. Li abbiamo visti ed è importante sentire questo sostegno. Vogliamo lottare per loro, per la città e per il club“. “È una partita speciale, è una semifinale. Conosco l’importanza di portare a casa il trofeo, sarà un grande match” ha detto Chris Smalling. Il difensore inglese ha aggiunto: “Personalmente mi sento bene, ho saltato molte partite ed è inusuale per me. Ma sono pronto a dare il mio contributo. Non vedo l’ora di andare in campo e aiutare il club”.

Spalletti in pole

Se a Roma cresce l’ansia ma anche l’euforia, a Napoli si cerca di capire il futuro della squadra azzurra. I ragazzi di Gattuso marciano con decisione verso la qualificazione in Champions, ma a fine stagione probabilmente il tecnico dirà addio ai suoi giocatori. Al suo posto, riporta il Corriere dello Sport, dovrebbe arrivare Luciano Spalletti, che secondo il quotidiano sarebbe in pole position rispetto a Benitez e Allegri. E sono due le idee di mercato di De Laurentiis per la prossima stagione. Si tratta, scrive La Gazzetta dello Sport, di Francisco Moreno, 22 anni difensore spagnolo del Besiktas (proprietà Atletico Madrid) e di Jorge Kaio, attaccante 19enne del Santos.

Il destino di Bakayoko

Abdoulaye Bakayoko, fratello-agente del centrocampista del Napoli Tiémoué, ha invece parlato ai microfoni di CalcioNapoli24 TV del futuro del centrocampista azzurro. “È molto felice di giocare per il Napoli, ritrovare Gattuso dopo l’esperienza al Milan è stato fondamentale. Resta? Dipenderà da ciò che vorrà fare il Napoli con il Chelsea, prima di poter esprimere la sua opinione in merito”.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy