LibriPrimo piano

In libreria con “Elisabetta. Per sempre regina” di Antonio Caprarica

Ritratto di una donna fuori dal comune che non avrà eredi alla sua altezza

Quando Elisabetta II d’Inghilterra salì al trono, nel 1952, il presidente Harry Truman governava gli Usa e il dittatore Stalin guidava l’Unione sovietica. Ecco un’indagine nella storia, sui luoghi, tra i personaggi dell’ultima grande dinastia reale del mondo, i Windsor, alla ricerca dell’Elisabetta segreta. Sette decenni più tardi, dopo la fine dell’Impero britannico, il crollo del comunismo, diverse tragedie collettive e da ultimo perfino la peggiore pandemia da un secolo in qua, lei è ancora al suo posto. E il veterano dei cronisti italiani di Buckingham Palace, Antonio Caprarica, la racconta nel suo ultimo libro Elisabetta. Per sempre regina – La vita, il regno, i segreti (Sperling & Kupfer).

Una roccia in mezzo a mille tempeste

Anacronistica nei suoi completi pastello come nella sua rigida etichetta, Elisabetta. Ma anche impassibile di fronte alle tempeste e agli scandali che si sono accumulati nella vita della famiglia reale. Una pletora senza fine. Dai vari divorzi alla morte di Diana, dai terrificanti sex affair (per usare un eufemismo) del principe Andrea alla ribellione di Harry e Meghan. Se gli avvenimenti sollevano più di un interrogativo sulla sopravvivenza della Corona, è innegabile però che la regina, dopo aver consacrato la sua lunga esistenza alla monarchia (il 21 aprile scorso ha compiuto 95 anni), sia ormai universalmente il simbolo del suo Paese.

Antonio Caprarica

Senza più Filippo

Adesso è sola. Ha da pochi giorni perduto il suo amato marito, Filippo, il duca di Edimburgo. A lei, che ben pochi possono vantarsi di conoscere, Antonio Caprarica ha dedicato un’indagine documentatissima, seguendone la storia fin dalla nascita e dal ribaltamento della linea dinastica che le regalerà la corona dopo l’abdicazione di Edoardo VIII, le cui simpatie naziste preoccupavano gli ambienti politici non meno del suo legame con la divorziata Wallis Simpson.

Sovrana come nessun altra

In ciascuna delle tappe il giornalista, il maggiore esperto italiano della Casa Reale, va alla ricerca dell’Elisabetta misteriosa. Dei sentimenti, dei sogni, dei tormenti nascosti dietro la maschera offerta ai sudditi e ai media nelle situazioni ufficiali. Un’occasione per ripercorrere i momenti più significativi di un regno punteggiato di record. E per avvicinare, attraverso un racconto appassionante, una donna straordinaria che, qualunque sarà la sorte della dinastia, sarà regina.

Libro Caprarica regina Elisabetta

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy